Il caso Derendyaev e altri a Izhevsk

Casi di successo

Nella primavera del 2021 è stato aperto un procedimento penale contro tre credenti di Izhevsk per aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista. Il giorno dopo, gli agenti dell’FSB e del Comitato Investigativo hanno condotto perquisizioni di massa in città e interrogato 14 persone. Maksim Derendyaev e Aleksandr Kutin sono stati arrestati e messi in un centro di detenzione preventiva, mentre a Sergey Ashikhmin è stato vietato di compiere alcune azioni. Kutin è stato rilasciato agli arresti domiciliari dopo 15 giorni e Derendyaev dopo 3 mesi. Nel febbraio 2022, il caso contro i tre uomini è andato in tribunale. È stato costruito, tra l’altro, sulla testimonianza di testimoni segreti. Nel maggio 2024, il tribunale ha condannato i credenti a 3 anni in una colonia penale.

  • #
    13 aprile 2021

    È stato avviato un procedimento penale contro tre fedeli di Izhevsk. Aleksandr Kutin, Maksim Derendyaev e Sergey Ashikhmin sono sospettati di aver organizzato attività estremiste (parte 1 dell'articolo 282.2 del codice penale della Federazione russa).

  • #
    14 aprile 2021

    A Izhevsk sono in corso perquisizioni in almeno 12 indirizzi di testimoni di Geova. Agenti dell'FSB e del Comitato investigativo arrestano 6 uomini di età compresa tra i 31 e i 56 anni. L'investigatore del Comitato investigativo Aleksey Rodionov interroga Sergey Ashikhmin per 7 ore. Successivamente, Aleksandr Kutin e Maksim Derendyaev sono stati mandati in custodia.

  • #
    15 aprile 2021

    Secondo la decisione del Tribunale industriale di Izhevsk, Maksim Derendyaev è posto in un centro di detenzione preventiva almeno fino al 14 giugno 2021. Sa scrivere lettere.

  • #
    16 aprile 2021 Ricerca

    Il giudice del tribunale distrettuale industriale di Izhevsk Gulfiya Zamilova ha scelto una misura di restrizione per Sergey Ashikhmin sotto forma di divieto di determinate azioni, tenendo conto del suo stato di salute.

  • #
    29 aprile 2021

    La Corte Suprema della Repubblica Udmurta, presieduta dal giudice Dmitry Dementiev con la partecipazione del procuratore G. F. Nurgaliyeva, accoglie l'appello di Alexander Kutin sulla misura restrittiva e lo rilascia dalla custodia. La risoluzione entrerà in vigore al momento della sua proclamazione. Aleksandr ha trascorso 15 giorni nel centro di detenzione preventiva.

    Il tribunale decide inoltre di trasferire i materiali del caso del credente per un nuovo processo al tribunale distrettuale industriale di Izhevsk.

  • #
    14 maggio 2021

    Il tribunale sceglie un'altra misura restrittiva per Aleksandr Kutin: gli arresti domiciliari. Ha trascorso 16 giorni in custodia.

  • #
    9 luglio 2021

    Il giudice del tribunale distrettuale industriale di Izhevsk Elena Telitsina respinge la petizione dell'investigatore della Direzione investigativa del Comitato investigativo della Federazione Russa per la Repubblica Udmurta Konstantin Kokorin di estendere il periodo di detenzione di Maksim Derendyaev.

    Il tribunale decide di mandare il credente agli arresti domiciliari fino al 13 agosto. Ha trascorso 86 giorni in prigione.

  • #
    10 agosto 2021

    Il giudice del tribunale distrettuale industriale di Izhevsk Alexei Shnit respinge la petizione dell'investigatore Konstantin Kokorin di estendere gli arresti domiciliari per Alexander Kutin. Il tribunale decide di sostituire la misura restrittiva con il divieto di determinate azioni fino al 10 ottobre 2021. Al credente è vietato lasciare l'abitazione in cui vive dalle 21 alle 6 del mattino, così come corrispondere utilizzando dispositivi mobili e Internet.

  • #
    30 agosto 2021

    Viene presa la decisione di portare Maxim Derendyaev come accusato.

  • #
    2 settembre 2021

    Il termine dell'indagine preliminare nel procedimento penale dei credenti è prorogato di 2 mesi, fino al 13 ottobre 2021.

  • #
    9 settembre 2021

    Il giudice del tribunale distrettuale industriale di Izhevsk, Sergey Savchenkov, accoglie la petizione dell'investigatore per mitigare la misura di restrizione per Maxim Derendyaev. Ora al credente è proibito compiere certe azioni, non può ricevere e inviare corrispondenza, negoziare e comunicare con qualsiasi mezzo di comunicazione.

  • #
    28 dicembre 2021

    Konstantin Kokorin, investigatore senior per i casi particolarmente importanti del Comitato investigativo della Federazione russa per la Repubblica Udmurta, sta perseguendo Mikhail Derendyaev, Alexander Kutin e Sergey Ashikhmin come imputati ai sensi della parte 1 dell'articolo 282.2 del codice penale della Federazione russa.

    Tra le altre cose, tra il 20 aprile 2017 e il 14 aprile 2021 i fedeli sono accusati di servizi di culto in presenza e online, in cui hanno guardato video religiosi, pregato, cantato canzoni e parlato delle precauzioni contro la pandemia. L'inchiesta considera tutto questo come "azioni illegali".

  • #
    14 febbraio 2022

    Il caso è sottoposto al tribunale distrettuale Pervomaisky di Izhevsk. Viene nominato giudice di Marina Khokhryakova.

  • #
    14 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    La difesa chiede la chiusura del procedimento penale per assenza di corpus delicti e per l'esclusione dalle prove dell'esame dell'ANO "Centro interregionale di competenza di Kazan" datato 25 settembre 2019 e 5 agosto 2021, facendo riferimento al fatto che gli specialisti del centro non hanno qualifiche sufficienti per una conclusione obiettiva su questo caso. Il pubblico ministero si oppone.

  • #
    21 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il pubblico ministero legge le accuse. Sergey Ashikhmin, Maksim Derendyaev e Aleksandr Kutin si dichiarano non colpevoli.

    Kutin esprime il suo atteggiamento di fronte alle accuse: "Le mie convinzioni religiose e la mia coscienza sono incompatibili con il concetto di 'estremismo', che include la provocazione di rivolte, attacchi terroristici, nonché la violenza e l'intolleranza verso le autorità. Da 20 anni vivo secondo i princìpi della Bibbia, che mi insegnano a rispettare l'autorità e ad amare il prossimo".

  • #
    4 aprile 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale interroga una testimone dell'accusa: la moglie di Alexander Kutin. Riferisce che suo marito non ha mai sostenuto alcuna violenza, non ha mai chiamato nessuno all'odio o alla disobbedienza all'autorità. Descrive Alexander come un marito gentile e attento e una persona responsabile che si prende cura di sua madre e sua suocera.

  • #
    11 aprile 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il giudice si rifiuta di soddisfare la mozione precedentemente presentata dalla difesa per chiudere il procedimento penale.

    Il tribunale inizia a familiarizzare con i materiali del caso (volumi 1 e 2).

  • #
    18 aprile 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    9 persone vengono a sostenere i credenti, ma non sono ammesse in aula, poiché le sessioni si svolgono a porte chiuse.

    Alexander Kutin presenta una mozione per rifiutare un avvocato per nomina, ma il giudice la respinge. Il pubblico ministero annuncia il contenuto dei protocolli di perquisizione e la conclusione di un esame psicologico e psichiatrico completo.

  • #
    16 maggio — 18 luglio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Nel corso di 4 sessioni, il tribunale esamina i volumi del caso dall'8 al 10.

    Il giudice respinge la richiesta di Maksim Derendyaev di rifiutare un avvocato su appuntamento.

  • #
    8 agosto 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale continua a familiarizzare con i materiali del caso. Durante l'udienza, Aleksandr Kutin ha richiamato l'attenzione della corte sul fatto che alcuni dei materiali in questione risalgono al settembre 2014, quando le attività dei Testimoni di Geova in Russia non erano vietate, e quindi non possono essere utilizzati dall'accusa come prova.

  • #
    15 agosto 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il giudice respinge la richiesta di Sergey Ashikhmin di rifiutare un avvocato su appuntamento.

    Il pubblico ministero completa l'annuncio dei materiali scritti del caso.

  • #
    5 settembre 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale ascolta le registrazioni delle conversazioni telefoniche dei credenti. Successivamente, i presenti guardano un video del servizio.

  • #
    12 settembre 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Gli imputati chiedono nuovamente lo svolgimento di udienze in modalità aperta. A causa della situazione epidemiologica, il tribunale rifiuta.

  • #
    2 novembre — 12 dicembre 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Per sei sessioni di fila – 2, 7, 14, 21 novembre, 5 e 12 dicembre – la corte guarda le registrazioni video dei materiali del caso.

    Il pubblico ministero chiede di smettere di guardare le riunioni di culto e di iniziare a interrogare i testimoni dell'accusa.

  • #
    16 gennaio 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Yevgeny Stefanidin viene interrogato. Per rispondere alla maggior parte delle domande, utilizza l'articolo 51 della Costituzione della Federazione Russa, che gli consente di non testimoniare contro se stesso e i suoi cari. Non corrobora la sua testimonianza durante le indagini preliminari e afferma di essere stato intimidito dall'avvio di un procedimento penale e dal licenziamento dal suo lavoro. (Nel dicembre 2022 è stato aperto un procedimento penale nei suoi confronti). Stefanidin dice che gli imputati rispettano le persone e non ha sentito da loro alcuna dichiarazione estremista.

    Il testimone successivo dice di conoscere Derendyaev, Kutin e Ashikhmin "come persone serie senza cattive abitudini che apprezzano la vita e la società in cui vivono" e aggiunge che "non bestemmiano, laboriosi, rispettosi della legge".

    Inoltre, viene interrogato un uomo che ha assistito alle funzioni dei testimoni di Geova prima del 2013. Non può rispondere a molte domande e non conferma alcune delle testimonianze registrate nel protocollo.

    Nonostante l'obiezione della difesa, la testimonianza è resa da un rappresentante della comunità ebraica. Secondo l'avvocato, non è uno specialista o un esperto di studi religiosi, non è competente a dare spiegazioni sulla denominazione dei Testimoni di Geova ed è di parte a causa delle sue convinzioni religiose. Allo stesso tempo, il testimone ammette di non conoscere personalmente gli imputati, di non aver visto alcuna manifestazione di aggressione da parte loro.

  • #
    23 gennaio 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'avvocato chiede il rinvio del procedimento penale al pubblico ministero in relazione alle violazioni del codice di procedura penale della Federazione Russa. Il pubblico ministero si oppone, in quanto ritiene che queste violazioni siano "insignificanti" e che "la petizione sia infondata". Il giudice concorda con la posizione del pubblico ministero: allega l'istanza al fascicolo del caso, ma si rifiuta di soddisfarla.

    Una donna anziana viene interrogata. Afferma più volte che al momento della sua testimonianza era in uno stato di stress ed era sotto pressione da parte degli inquirenti. Descrivendo gli imputati, dice: "Bravi ragazzi. Nessuno fuma, nessuno beve, buone famiglie". La donna non ha sentito alcun richiamo all'estremismo da parte loro.

    Il tribunale accoglie la richiesta del pubblico ministero di leggere il verbale dell'interrogatorio della donna. La difesa obietta, sostenendo che lei è in aula e può spiegare lei stessa la differenza nella testimonianza. Il testimone afferma: "Non capivo quello che dicevo, ero in uno stato di stress. Voglio che le mie risposte [di oggi] siano registrate".

    La moglie di Maksim Derendyaev è sotto interrogatorio. Rispondendo ad alcune delle domande, una donna gode del diritto costituzionale di non testimoniare contro se stessa e i suoi cari. Di suo marito, dice: "Maxim è dolce, non alza mai la voce, con un buon senso dell'umorismo, premuroso". Parla anche delle malattie croniche sue e di suo marito e del fatto che il padre di Maxim ha bisogno del suo aiuto costante.

    La donna sostiene che gli imputati non hanno chiesto il rifiuto dell'intervento medico, la rottura dei rapporti familiari o l'inadempimento dei doveri civili.

  • #
    20 marzo 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Una coppia di coniugi viene interrogata. In risposta a una serie di domande, la donna ha utilizzato l'articolo 51 della Costituzione, sottolineando che non si è rifiutata di testimoniare. Parla degli imputati come di persone gentili e rispettose della legge. Non ha familiarità con la formulazione legale relativa alle persone giuridiche dei Testimoni di Geova.

    L'uomo dice di aver visto gli imputati per la prima volta all'udienza precedente, quindi non può dire nulla sul loro atteggiamento nei confronti delle altre fedi.

  • #
    27 marzo 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Tre testimoni anziani sono stati interrogati. Secondo i testimoni, gli imputati non hanno trattato nessuno con odio e non hanno chiesto discriminazioni per alcun motivo. I Testimoni parlano di loro come di buoni padri di famiglia, lavoratori esemplari e persone gentili.

  • #
    3 aprile 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    I testimoni le cui abitazioni sono state perquisite vengono interrogati.

    Uno di loro dice degli imputati: "Quando ho avuto difficoltà, mi hanno aiutato, mi hanno sostenuto, come veri amici".

    Un altro testimone sottolinea la gentilezza e la reattività degli imputati, li descrive come persone calme e adeguate. Dice di non aver sentito dagli imputati dichiarazioni negative su persone che non professano la religione dei testimoni di Geova.

  • #
    24 aprile 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    L'interrogatorio dei testimoni dell'accusa è in corso. Tutti, compreso un ex Testimone di Geova, caratterizzano coerentemente gli imputati solo da un punto di vista positivo.

    Secondo uno di loro, "Derendyaev è onesto, decente, rispettoso della legge, paga le tasse. Kutin è sensibile, attento e si preoccupa degli altri. Ashikhmin... pronto ad aiutare, senza conflitti".

    Un altro testimone nota che il verbale del suo interrogatorio contiene molte inesattezze e parole vaghe, che sono state aggiunte da qualcuno in seguito.

  • #
    22 maggio 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    Il pubblico ministero chiede la divulgazione della testimonianza resa nel corso delle indagini preliminari. Lei stessa spiega di aver "testimoniato in uno stato psicologicamente depresso" e di essere stata messa sotto pressione durante l'interrogatorio. Un altro dice: "Non ricordo, allora non capivo bene, ero in gravi condizioni, le domande erano incomprensibili". Nonostante ciò, le loro testimonianze sono state espresse. Le donne, parzialmente o completamente, non confermano le loro parole.

  • #
    29 maggio 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'interrogatorio dei testimoni è in corso. Una donna dice di conoscere gli imputati, ma di non vederli da molto tempo. Parla positivamente di loro, dicendo, ad esempio, che Derendyaev l'ha aiutata a montare l'armadio.

  • #
    17 luglio 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Interrogatorio di sei testimoni. Una di loro, rispondendo alla domanda se ha bisogno di una persona giuridica per adorare Dio con amici e parenti, risponde negativamente.

    Tutti i testimoni confermano che gli imputati non hanno ascoltato dichiarazioni estremiste, richieste di rottura dei rapporti familiari, dichiarazioni contenenti una valutazione negativa di persone che non professano la religione dei testimoni di Geova, nonché inviti a minare le fondamenta dell'ordine costituzionale e della sicurezza dello Stato. Esse conferiscono inoltre agli imputati una caratteristica positiva. Ad esempio, uno dei testimoni dice che gli imputati sono "molto gentili, comprensivi, benevoli; I bravi padri di famiglia ti aiuteranno sempre quando ti sentirai male".

  • #
    14 agosto 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Un uomo che ha assistito alle funzioni dei testimoni di Geova nel 1990-2000 è stato interrogato come testimone per l'accusa. Dice che lo ha aiutato a capire meglio la Bibbia. Egli descrive gli imputati come segue: "Non ho incontrato una sola persona che mi abbia trattato male. Per favore, non giudicateli, sono persone molto buone".

  • #
    28 agosto 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Testimone segreto

    Il testimone dell'accusa Pavel Kosarev, un ufficiale dell'FSB, è stato interrogato durante l'udienza. Riferisce che c'è un testimone segreto nel caso che ha aiutato a "identificare l'imputato e gli altri membri".

    Alla domanda di Kutin se la disposizione dell'articolo 28 della Costituzione della Federazione Russa sia stata presa in considerazione quando ha deciso di avviare l'ORM, l'operatore ha risposto: "Non è vietato professare liberamente la fede nel nostro paese, ma gli anziani della congregazione hanno continuato le attività di un'organizzazione estremista". Allo stesso tempo, il testimone, pur affermando di aver preso conoscenza della Carta dell'ORL, classifica erroneamente il termine canonico "anziani" come un'entità giuridica in cui non ci sono mai stati "anziani".

  • #
    13 ottobre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    Il testimone dell'accusa Kirill Krayushkin, che ha condotto riprese video di nascosto dei servizi di culto, è stato interrogato. Dice alla corte che conosce l'imputato Sergey Ashikhmin, poiché gli ha parlato di Dio e della Bibbia. Il testimone dice che tratta bene Sergey, non ha notato alcuna negatività o pressione da parte sua. Alla domanda di Ashikhmin sul perché Krayushkin crede che i Testimoni di Geova siano messi al bando, dice di averne letto su Internet senza controllare l'autenticità delle fonti.

    Il testimone informa inoltre la corte di aver continuato volontariamente a frequentare i servizi di culto dei Testimoni di Geova dopo il 2017. Nello stesso tempo non li considerava estremisti, ma li considerava un'opportunità per conoscere la Bibbia e le vedute religiose dei Testimoni. Quando l'avvocato gli ha chiesto se fosse stato messo sotto pressione da questi servizi e se avesse iniziato a pensare come un estremista, il testimone ha risposto negativamente. Afferma inoltre di non aver ascoltato alcun ricorso contro le autorità statali presso i servizi.

    Inoltre, Krayushkin dice di non vedere la differenza tra le riunioni dei credenti e l'organizzazione. Alle domande dell'imputato Maksim Derendyaev, se può nominare le persone giuridiche dei Testimoni di Geova, se ha visto i documenti dell'LRO o il suo statuto, il testimone risponde negativamente.

  • #
    30 ottobre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio Testimone segreto

    Un testimone segreto sotto lo pseudonimo di Aleksey Alekseev, che ha fornito informazioni agli investigatori e all'investigatore e ha dato loro spiegazioni su filmati nascosti di servizi di culto, è stato interrogato.

    Il tribunale respinge la petizione dell'imputato Alexander Kutin di declassificare il testimone, poiché è contrario.

    Alekseev informa la corte che dal 2004 assiste alle funzioni dei testimoni di Geova. Conferma che l'organizzazione religiosa dei testimoni di Geova è internazionale. Dice anche di aver assistito alle funzioni religiose e di aver partecipato volontariamente all'opera di predicazione e di averlo fatto allo scopo di studiare la Bibbia.

    Il testimone riferisce di non essere a conoscenza di alcun documento di persone giuridiche dei testimoni di Geova. Quando l'imputato Maksim Derendyaev gli chiede se sia necessario appartenere a qualche organizzazione per praticare la religione dei testimoni di Geova, trova difficile rispondere.

    Al termine dell'interrogatorio del testimone segreto, Maksim Derendyaev fa ripetuta richiesta di declassificazione, sostenendo che l'uso di tali misure di sicurezza straordinarie deve avere seri motivi, e il testimone non li ha dichiarati e non ci sono state minacce da parte degli imputati o di altre persone contro di lui. L'organo giurisdizionale allega tale istanza al fascicolo della causa.

  • #
    Dicembre 11, 18, 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    Sette testimoni della difesa sono sotto interrogatorio. Caratterizzano positivamente gli imputati, dicendo che hanno famiglie forti e buoni rapporti con i loro genitori, sono responsabili del loro lavoro, sono sempre pronti ad aiutare e non rifiutano le cure mediche. I testimoni non hanno ascoltato alcuna dichiarazione negativa sulle autorità statali e sui rappresentanti di altre religioni da parte degli imputati.

  • #
    25 dicembre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Maksim Derendyaev richiama l'attenzione sul fatto che al momento della registrazione dell'organizzazione religiosa locale (1992), lui e Alexander Kutin erano bambini e Sergey Ashikhmin viveva in un'altra repubblica. Pertanto, nessuno di loro può essere il fondatore di questo LRO.

    Vengono indagate le caratteristiche degli imputati. I vicini dei fedeli e l'ufficiale di polizia distrettuale li valutano positivamente: sono persone educate, calme, equilibrate, non rompono il silenzio, non si sono fatti vedere ubriachi, hanno famiglie forti.

    Le response to Irina Yakku from the Ministry of Foreign Affairs of the Russian Federation dated 02/20/2021 is announced, which, among other things, says: "Members of a liquidated organization can independently practice religious worship, including as part of religious groups that do not require registration."

  • #
    15 gennaio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale, su richiesta di Maksim Derendyaev, allega al fascicolo la risposta del Ministero della Giustizia dell'Udmurtia alla richiesta dei fedeli. Dice che gli imputati non erano i fondatori dell'LRO di Izhevsk.

    Il tribunale respinge la richiesta di divulgazione dei dati del testimone segreto.

  • #
    29 gennaio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    Il tribunale respinge la richiesta di escludere le prove ottenute in violazione della legge, promettendo di valutarle al momento della sentenza.

  • #
    5 febbraio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Interrogatorio

    I documenti medici degli imputati sono allegati al fascicolo.

    Due investigatori che hanno interrogato tre testimoni del caso testimoniano in relazione al fatto che le donne hanno dichiarato di aver esercitato pressioni su di loro.

  • #
    11 marzo 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Il pubblico ministero ha chiesto la punizione

    Il pubblico ministero chiede 7 anni di reclusione in una colonia per Maksim Derendyaev, Sergey Ashikhmin e Aleksandr Kutin.

  • #
    25 marzo 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Argomenti conclusivi per la difesa

    Il dibattito della difesa è in corso. L'avvocato di Maksim Derendyaev osserva: "[Il tribunale] deve separare le azioni volte a rilevare l'estremismo dall'esecuzione di riti religiosi senza elementi di estremismo". E aggiunge: "Lui [Derendyaev] è solo una persona profondamente religiosa. Voleva seguire l'esempio di Gesù Cristo".

    L'avvocato di Aleksandr Kutin dice: "Credo che l'errore principale dell'accusa sia quello di cercare un qualche tipo di organizzazione nel modo in cui viene condotto il culto, e non l'estremismo vero e proprio". E aggiunge: "Il contenuto delle pubblicazioni discusse dai credenti [...] è l'esatto opposto dei segni di odio e inimicizia che la Corte Suprema ha formulato e individuato".

    L'avvocato di Sergey Ashikhmin afferma: "Nessuna delle accuse contenute nell'atto d'accusa è stata confermata, sia durante le indagini preliminari che durante l'esame del procedimento penale nel presente processo".

  • #
    22 aprile 2024 In aula Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado Dichiarazione finale

    Alexander Kutin e Sergey Ashikhmin pronunciano le loro osservazioni conclusive.

    Kutin afferma: "Le mie convinzioni sono sempre state esclusivamente pacifiche, quindi non ci sono vittime o vittime nel caso".

    Ashikhmin osserva: "Le mie azioni e le mie parole non potrebbero nuocere all'ordine costituzionale o alla sicurezza dello Stato, dato che la Bibbia mi incoraggia ad amare il prossimo e a rispettare le autorità".

  • #
    13 maggio 2024 In aula Sentenza di primo grado Testimone segreto Art. 282.2 (1) Privazione della libertà Dichiarazione finale

    "Non ho mai costretto nessuno a vivere secondo le leggi di Dio o a praticare la religione non proibita dei testimoni di Geova", ha dichiarato Maxim Derendyaev.

  • #
    16 maggio 2024 Centro di detenzione Lettere

    Alexander Kutin, Maksim Derendyaev e Sergey Ashikhmin si trovano nel SIZO-1 nella Repubblica di Udmurt, dove sono stati collocati subito dopo l'annuncio del verdetto. Possono scrivere lettere.

  • #
    7 giugno 2024 Centro di detenzione

    Maksim Derendyaev si trova nel centro di detenzione preventiva di Izhevsk da 3 settimane. È detenuto in una cella da 4 letti. Il credente ha il suo letto. Maksim ha rapporti normali con i suoi compagni di cella e con l'amministrazione del centro di detenzione preventiva.

    Derendyaev può fare passeggiate e fare esercizio fisico, il che lo aiuta a mantenere la sua salute. I dipendenti dell'unità medica sono pronti a dargli le medicine necessarie.

    La Bibbia del credente fu sequestrata per verifica. E' sostenuta da trasmissioni e numerose lettere, per lo più e-mail, di cui circa 50 sono arrivate in tre settimane.