Gli imputati con le loro famiglie e amici poco prima dell’annuncio del verdetto (Saransk, agosto 2022)

Verdetti ingiusti

La corte d'appello ha confermato il verdetto contro sei credenti di Saransk. Trascorreranno da 2 a 6 anni in una colonia penale

Mordovia

Il 16 gennaio 2023 la Corte Suprema della Repubblica di Mordovia ha confermato la condanna di sei testimoni di Geova di Saransk: 6 anni di reclusione per Atryakhin, 4 anni e 2 mesi in una colonia penale per i Nikulin e 2 anni di reclusione per Shevchuk, Korolev e Antonov.

I fedeli hanno partecipato all'udienza in videoconferenza mentre si trovavano nel centro di detenzione n. 1 di Saransk, dove sono stati collocati dopo il verdetto del tribunale di primo grado. Nel febbraio 2023 saranno trascorsi esattamente 4 anni dall'inizio del procedimento penale nei confronti di Aleksandr Shevchuk e dei suoi compagni di fede. Nonostante la decisione della corte d'appello, tutti e sei continuano a insistere sulla loro innocenza e intendono difendere il loro buon nome in cassazione.

Nel giugno 2022 la Corte europea dei diritti dell'uomo si è schierata inequivocabilmente dalla parte dei Testimoni di Geova in Russia. La sentenza afferma, tra l'altro, che "la liquidazione forzata di tutte le organizzazioni religiose dei testimoni di Geova nella Federazione Russa ... ha rivelato segni di una politica di intolleranza nei confronti delle attività religiose dei Testimoni di Geova da parte delle autorità russe, volta a costringere i Testimoni di Geova ad abbandonare la loro fede e impedire ad altri di aderirvi" (§254).

Il caso di Shevchuk e altri a Saransk

Casi di successo
Nel febbraio 2019, a Saransk, l’FSB ha aperto un procedimento penale contro tre credenti per sospetto di estremismo. Dopo le perquisizioni di massa, Vladimir Atryakhin, padre di due bambini piccoli, così come Aleksandr Shevchuk e Georgiy Nikulin sono finiti in un centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso dai due ai cinque mesi. Successivamente, altri tre imputati sono comparsi nel caso: Aleksandr Korolev, Yelena Nikulina e Denis Antonov. Il caso è andato in tribunale nel maggio 2021. La difesa è riuscita a dimostrare più volte alla corte che il testimone declassificato Vlasov stava dando una falsa testimonianza. Nell’agosto 2022, i credenti sono stati condannati: Vladimir Atryakhin è stato condannato a sei anni, Georgiy e Yelena Nikulin a quattro anni e due mesi ciascuno, e Aleksandr Shevchuk, Aleksandr Korolev e Denis Antonov a due anni di carcere. L’appello ha confermato il verdetto. Nel novembre 2023, Shevchuk è stato rilasciato dalla colonia e nel giugno 2024 anche Korolev e Antonov sono stati rilasciati.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Mordovia
Insediamento:
Saransk
Sospettato di:
secondo l'indagine, essi "hanno diffuso l'ideologia e la fede tra i cittadini della Repubblica di Mordovia... conducendo conversazioni con i cittadini di Saransk e di altri centri abitati", che viene interpretato come "organizzazione dell'attività di un'organizzazione estremista" (con riferimento alla decisione della Corte Suprema russa sulla liquidazione di tutte le 396 organizzazioni registrate dei Testimoni di Geova)
Caso giudiziario nr.:
11907890001000003
Inizio caso:
4 febbraio 2019
Stato attuale del caso:
Il verdetto è entrato in vigore
Inquirente:
Dipartimento investigativo della direzione dell'FSB della Russia per la Repubblica di Mordovia
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (2), 282.2 (1), 282.2 (1.1)
Numero del procedimento giudiziario:
1-13/2022 (1-216/2021)
Tribunale:
Ленинский районный суд г. Саранска
Giudice del Tribunale di primo grado:
Елена Симонова
Casi di successo