Foto illustrativa

Azioni delle forze dell'ordine

Per la prima volta dal 2017 è stato avviato un procedimento penale contro i Testimoni di Geova della regione di Leningrado per la loro fede. Cinque persone sono dietro il bar

Regione di Leningrado

*Testo aggiornato il 20 aprile 2023

Il 19 febbraio 2023, a Kingisepp e Slantsy, cinque credenti sono stati arrestati a seguito di sette perquisizioni condotte dal Comitato investigativo.

Igor Zhmyrev, 52 anni; Kirill Khabrik, 33 anni; Andrej Morozov, 47 anni; Yevgeniy Poveshchenko, 54 anni; e Sergey Ryabokon, 33 anni, è finito in un centro di detenzione temporanea nella città di Slantsy.

Il 21 febbraio 2023, il giudice Yekaterina Ivanova del tribunale della città di Kingisepp della regione di Leningrado ha deciso di detenere Sergey Ryabokon e Andrey Morozov per due mesi. Anche Kirill Khabrik e Igor Zhmyrev sono finiti nel centro di detenzione preventiva.

Aggiornamento.

Il 23 marzo 2023, le forze di sicurezza hanno condotto sei nuove perquisizioni a Kingisepp. Undici credenti sono stati interrogati. Cinque sono stati rinchiusi in un centro di detenzione temporanea a San Pietroburgo; gli altri sono stati rilasciati. Igor Shevlyuga, 36 anni; Miroslav Sabodash, 43 anni; Konstantsiya Vovk, 48 anni; Tatyana Stepanova, 48 anni; e Aleksandr Vaganov sono stati messi dietro le sbarre.

In seguito, il tribunale ha rilasciato tutti, tranne Igor Shevlyuga, e ha imposto loro il divieto di determinate azioni; ha anche esteso la misura preventiva imposta a Yevgeniy Poveshchenko, un accordo di riconoscimento. Il 19 aprile 2023, anche Shevlyuga è stato rilasciato dalla custodia in base al divieto di determinate azioni.

Il 19 febbraio 2023 è stato avviato un procedimento penale contro diversi credenti ai sensi delle parti 1 e 2 dell'articolo 282.2 del Codice penale della Federazione Russa. Le perquisizioni sono state condotte nelle loro case. Aleksey Romanov, investigatore senior del Comitato investigativo, guida la squadra investigativa in questo caso penale. Il team comprende anche gli investigatori K. A. Dmitriyev; D. A. Shevtsova; K. A. Podolyanets; K. A. Vasilyeva; e il vice capo del dipartimento investigativo I. A. Podkurkov.

Le ricerche sono durate fino a cinque ore. Almeno due donne hanno avuto bisogno di cure mediche d'urgenza. In un caso, le persone indagate non erano in casa. Tuttavia, la loro anziana madre, che era stata evacuata da una zona di guerra, era nel loro appartamento. Le manca un occhio, ha un glaucoma nell'altro e di recente ha avuto un infarto. Si sentì male. Le forze di sicurezza hanno sequestrato i suoi documenti medici insieme a telefoni, schede SIM e oggetti personali appartenenti alle persone indagate.

Gli amici che erano in visita ai credenti al momento della perquisizione sono stati portati per essere interrogati e poi rilasciati. Nel corso delle indagini sono state sequestrate pubblicazioni a stampa, attrezzature informatiche, documenti e denaro.

Secondo una dichiarazione del Dipartimento investigativo del Comitato investigativo per la regione di Leningrado, uno dei credenti è sospettato di "aver organizzato incontri di propaganda con la partecipazione di aderenti in videoconferenza e nei loro luoghi di residenza". L'indagine equipara lo svolgimento di servizi di culto pacifici all'organizzazione delle attività di un'organizzazione estremista (parte 1 dell'articolo 282.2 del codice penale della Federazione Russa). Di cosa siano sospettati esattamente gli altri detenuti è ancora sconosciuto.

La regione di Leningrado è diventata la 72ª regione della Russia in cui sono stati avviati procedimenti penali contro cristiani pacifici e rispettosi della legge: i testimoni di Geova. Come ha detto Aleksander Verkhovskiy, direttore del centro di informazione e analisi SOVA: "La portata e la crudeltà della pressione [sui credenti] sta crescendo. L'anno scorso nutrivamo qualche speranza che la campagna repressiva potesse almeno rallentare, ma ci sbagliavamo".

Nel giugno 2022 la Corte europea dei diritti dell'uomo ha sottolineato che le azioni delle autorità russe "hanno rivelato indicazioni di una politica di intolleranza . . . per indurre i testimoni di Geova ad abbandonare la loro fede e impedire ad altri di unirsi ad essa" (§·Nonostante le richieste delle organizzazioni per i diritti umani e della comunità internazionale di fermare la persecuzione, i credenti in decine di regioni della Federazione Russa vengono perseguiti solo per le loro convinzioni pacifiche.

Caso a Kingisepp

Casi di successo
Alla fine di febbraio 2023 sono state effettuate 7 perquisizioni nelle città di Kingisepp e Slantsy (regione di Leningrado). Il Comitato investigativo ha aperto un procedimento penale in base a un articolo estremista contro Kirill Khabrik, Igor Zhmyrev e altre persone non identificate. Le accuse sono state mosse anche contro Andrey Morozov, Sergey Ryabokon e Yevgeniy Poveshchenko. Questi ultimi sono stati sottoposti a una misura preventiva sotto forma di impegno scritto a non partire, mentre gli altri sono stati collocati in un centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso dai 9 agli 11 mesi. Alla fine di marzo, sono state effettuate nuove perquisizioni a Kingisepp. Altri 11 credenti sono stati interrogati. Altre cinque persone sono diventate imputate nel procedimento penale: Miroslav Sabodash, Igor Shevlyuga, Tatyana Stepanova, Aleksandr Vaganov e Konstantsiya Vovk. Sono stati messi in un centro di detenzione temporanea, ma presto tutti sono stati rilasciati, tranne Igor Shevlyuga, che ha trascorso un mese in un centro di detenzione preventiva. Nel maggio 2024, il caso è andato in tribunale.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Regione di Leningrado
Insediamento:
Kingisepp
Caso giudiziario nr.:
12302410007000017
Inizio caso:
19 febbraio 2023
Stato attuale del caso:
processo dinanzi al Tribunale di primo grado
Inquirente:
Dipartimento investigativo del Comitato investigativo della Federazione russa per la regione di Leningrado
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (2), 282.2 (1)
Numero del procedimento giudiziario:
1-129/2024
Tribunale di primo grado:
Кингисеппский городской суд Ленинградской области
Casi di successo