Da sinistra a destra: Sergey Kosyanenko, Rinat Kiramov e Sergey Korolev in aula

Verdetti ingiusti

Sette anni in una colonia penale per aver parlato della Bibbia: un tribunale della città di Akhtubinsk ha emesso la sentenza contro tre testimoni di Geova

Regione di Astrakhan

Il 17 aprile 2023, il tribunale distrettuale di Akhtubinsk ha annunciato il verdetto contro Sergey Korolev, Rinat Kiramov e Sergey Kosyanenko. Per aver discusso argomenti biblici con gli amici in videoconferenza, il giudice Anatoly Proskurin li ha giudicati colpevoli di estremismo e li ha condannati ciascuno a sette anni di reclusione in una colonia penale.

Oltre alla pena principale, il tribunale ha privato i credenti del diritto di impegnarsi in attività legate alla direzione o alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche per un periodo di tre anni con restrizione della libertà per un periodo di un anno. Korolev, Kiramov e Kosyanenko insistono sul fatto di essere innocenti e di poter appellarsi a questo verdetto. In precedenza, il pubblico ministero aveva chiesto che ciascuno fosse condannato a otto anni in una colonia penale a regime generale.

La persecuzione di questi credenti è iniziata il 9 novembre 2021, quando il Dipartimento investigativo del Comitato investigativo della Federazione Russa per la regione di Astrakhan ha avviato un procedimento penale contro di loro per aver organizzato le attività di un'organizzazione estremista. Dopo le perquisizioni nelle città di Akhtubinsk e Znamensk, le forze di sicurezza hanno arrestato Korolev, Kiramov e Kosyanenko e li hanno collocati in un centro di detenzione temporanea. Due giorni dopo, il tribunale ha imposto la misura preventiva della custodia cautelare. In seguito, l'inchiesta ha portato a ulteriori accuse contro i credenti: finanziamento delle attività di un'organizzazione estremista. Tutti e tre sono dietro le sbarre da quasi un anno e mezzo.

Alla fine di ottobre 2022, il caso è andato in tribunale. Ventidue testimoni sono stati interrogati. Nessuno di loro fornì prove che i credenti fossero coinvolti nei crimini.

"Durante l'intero processo, non è stata fornita alcuna prova di ciò di cui siamo accusati", ha sottolineato Rinat Kiramov. "Il fascicolo afferma che ebbi una reale opportunità di porre fine alle attività illegali della congregazione dei testimoni di Geova; in realtà, si dovrebbe dire diversamente: 'Kiramov avrebbe potuto smettere di adorare Geova, ma non lo fece; così commise un grave delitto'".

Nella sua dichiarazione finale, Sergey Korolev ha detto che si riuniva con i suoi amici semplicemente per leggere la Bibbia, cantare canzoni e pregare. "La legge sulla lotta alle attività estremiste non può essere utilizzata per limitare la libertà di religione di persone pacifiche che non sono estremiste", ha detto alla corte.

Da quando è iniziata la loro detenzione, i credenti hanno già affrontato molte difficoltà, tra cui il peggioramento della salute. Sergey Kosyanenko, per esempio, è stato tenuto in una cella con una finestra rotta per tre settimane durante l'inverno. Per tutto il tempo ha dovuto indossare una giacca, un cappello e dei guanti. Il sostegno della famiglia e degli amici lo aiuta a superare queste prove. La moglie di Kosyanenko, Olga, ha detto: "Abbiamo dato a Sergey le fotografie di ogni membro della nostra famiglia – siamo in sette – e quando è triste, guarda la foto, ricorda il momento in cui è stata scattata e immagina di essere con noi. Ha un atteggiamento molto positivo". I perseguitati per la loro fede hanno riferito: "Abbiamo ricevuto molte lettere non solo dalla Russia, ma anche da diversi Paesi. Inoltre, i nostri compagni di fede ci mandavano pacchi e cartoline con parole di sostegno".

"I tribunali della regione di Astrakhan mostrarono particolare pregiudizio e persino odio nei confronti dei testimoni di Geova. Al momento, sono già stati emessi verdetti di colpevolezza contro otto credenti nella regione. E tutti, comprese due donne, sono stati condannati a lunghe pene in una colonia penale", ha detto Yaroslav Sivulskiy, rappresentante dell'Associazione europea dei testimoni di Geova.

Roman Lunkin, direttore del Centro per gli studi sui problemi della religione e della società presso l'Istituto d'Europa dell'Accademia russa delle scienze, ha commentato così i verdetti di colpevolezza contro i credenti in Russia: "Purtroppo la persecuzione dei testimoni di Geova si basa su una logica piuttosto primitiva, persino domestica: semplicemente non piacciono a quelli della società che spesso non sanno nulla della dottrina e della pratica dei testimoni di Geova".

Il caso di Korolev e altri ad Akhtubinsk

Casi di successo
La mattina di novembre 2021 i testimoni di Geova sono stati perquisiti e interrogati ad Akhtubinsk e Znamensk (regione di Astrakhan). Alcuni di loro erano stati precedentemente sotto sorveglianza. Le forze di sicurezza hanno sfondato porte, danneggiato proprietà e steso a terra uomini e donne. Il Comitato investigativo ha aperto un procedimento penale contro Sergey Korolev, Rinat Kiramov e Sergey Kosyanenko, considerando il culto pacifico come attività estremiste. I credenti sono stati collocati in un centro di detenzione temporanea, e poi in un centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso più di un anno e mezzo. Nell’ottobre 2022, il caso è andato in tribunale. Alcuni testimoni dell’accusa, tra cui quello classificato, hanno parzialmente o completamente ritrattato le loro deposizioni preliminari. Nell’aprile 2023, il tribunale ha condannato Korolev, Kiramov e Kosyanenko a 7 anni di carcere ciascuno. Quattro mesi dopo, un appello confermò il verdetto contro i credenti. La Corte di Cassazione ha confermato tale decisione. Nell’aprile 2024, Rinat Kiramov è stato trasferito illegalmente alla LIU n. 3 nella regione di Tula, dove è stato sottoposto a bullismo e tortura.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Regione di Astrakhan
Insediamento:
Akhtubinsk
Sospettato di:
Secondo l'indagine, "incontri organizzati ... compreso l'uso della videoconferenza ... vale a dire, sotto forma di culto religioso collettivo consistente nella riproduzione pubblica di registrazioni audio e video... cantando in sequenza cantici da una speciale raccolta di insegnamenti religiosi dei testimoni di Geova e preghiere a Geova Dio".
Caso giudiziario nr.:
12102120006000100
Inizio caso:
9 novembre 2021
Stato attuale del caso:
Il verdetto è entrato in vigore
Inquirente:
Dipartimento investigativo interdistrettuale di Akhtubinsk della direzione investigativa del comitato investigativo della Federazione russa per la regione di Astrakhan
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (1), 282.3 (1)
Numero del procedimento giudiziario:
1-9/2023 (1–342/2022)
Tribunale di primo grado:
Ахтубинский районный суд Астраханской области
Giudice del Tribunale di primo grado:
Анатолий Проскурин
Casi di successo