Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Afanasiyev Sergey Panteleymonovich
Data di nascita: 30 aprile 1964
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1), 282.3 (1)
Tempo trascorso in prigione: 141 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 410 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di privazione della libertà per un periodo di 6 anni 6 mesi, con scontare una pena in una colonia correzionale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche per un periodo di 4 anni 6 mesi, con limitazione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 14 in Khabarovsk Territory
Indirizzo per la corrispondenza: Afanasiyev Sergey Panteleymonovich, born 1964, IK No. 14 in Khabarovsk Territory, sh. Mashinostroiteley, 10, g. Amursk, Khabarovsk Territory, Russia, 682643

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

La decisione di diventare cristiano ha cambiato radicalmente la vita di Sergey Afanasiyev e della sua famiglia: "Ha riempito le nostre vite di felicità e di scopo", dice. Tuttavia, 20 anni dopo, a causa delle sue convinzioni, il pacifico credente è diventato vittima della repressione religiosa.

Sergey è nato nell'aprile del 1964 nel villaggio di Khoronkhoi (Buriazia). Ha una sorella maggiore. Quando Sergey aveva 10 anni, suo padre morì tragicamente e la madre dovette crescere i suoi figli da sola.

Da bambino, Sergey era appassionato di hockey, calcio e pesca. Dopo la scuola, partì per Blagoveščensk ed entrò nella scuola fluviale. In seguito ha imparato l'attività edile e ha lavorato per circa 15 anni in un impianto di costruzione di case.

A Blagoveshchensk, Sergey incontrò Irina e nel 1984 si sposarono. La coppia ha cresciuto i loro tre figli nello spirito dei valori cristiani. Due di loro sono maggiorenni e hanno già una propria famiglia.

Per molti anni Sergej si è preoccupato delle domande spirituali, ma ha trovato le risposte solo nel 1996, quando ha iniziato a studiare a fondo la Bibbia con Irina. Furono felici di sapere che le Sacre Scritture contengono il nome di Dio, e trovarono anche utili consigli per rafforzare la famiglia e allevare i figli. Nel 1998, gli Afanasiyev hanno intrapreso il cammino cristiano. Secondo Sergey, la conoscenza biblica lo ha influenzato positivamente: "Ho iniziato a dedicare più tempo alla mia famiglia e ai miei figli, oltre che ad aiutare gli altri".

Nel tempo libero, gli Afanasiyev vanno nella foresta per raccogliere funghi, pescare, pattinare e giocare a pallavolo. Sergey ha recentemente iniziato a dipingere.

Dopo le ricerche dell'estate del 2018, la vita della famiglia Afanasiyev è cambiata molto. L'azione penale ha influito sul suo stato emotivo e sulla sua salute fisica. Tuttavia, la famiglia non si scoraggia. Sergey dice: "La persecuzione è diventata una svolta drammatica nella nostra vita. All'inizio è stato emozionante, c'era un po' di incertezza. Ma non abbiamo avuto paura, perché abbiamo capito che poteva succedere a chiunque".

Parenti e colleghi sono perplessi a causa dell'ingiusta condanna inflitta a questo pacifico ed esemplare padre di famiglia: 6 anni e mezzo in una colonia penale solo a causa della sua religione. Anche la figlia di Sergey, Ekaterina, è sotto processo per la sua fede e nel dicembre 2022 suo marito, Anton, è stato condannato insieme a suo suocero a 6 anni e 3 mesi di reclusione per le sue convinzioni.

Casi di successo

Nel luglio 2018, sono state effettuate perquisizioni in 7 indirizzi a Blagoveshchensk nell’ambito di un procedimento penale contro i credenti locali. Poco più di un anno dopo, Obukhov, un investigatore della direzione dell’FSB per la regione dell’Amur, ha aperto un procedimento penale contro Anton Olshevskiy e Sergey Yermilov con l’accusa di aver partecipato ad attività estremiste. Nel settembre 2020, anche Adam Svarichevsky, Sergey Afanasyev e Sergey Kardakov sono diventati imputati in questo caso (la sua casa è stata perquisita). Nel marzo 2021 le accuse contro i credenti sono state cambiate: tutti e cinque sono stati accusati di aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista, e Afanasyev è stato anche accusato di finanziarla. Nel settembre 2021, il caso dei credenti è andato in tribunale. Un anno e due mesi dopo, il tribunale ha dichiarato i credenti colpevoli di estremismo e ha condannato Afanasiyev a 6 anni e mezzo, Kardakov a 6 anni e 4 mesi e Yermilov, Olshevsky e Svarichevsky a 6 anni e 3 mesi di carcere. L’appello e la cassazione hanno confermato il verdetto.