Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Avanesov Vilen Shagenovich
Data di nascita: 22 ottobre 1952
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 4 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 925 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 796 Giorni nella colonia
Limitazioni attuali: restrizione della libertà
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 6 anni in una colonia correzionale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla partecipazione a organizzazioni pubbliche per un periodo di 5 anni e con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno

Biografia

Nel luglio 2021 il tribunale ha condannato Vilen Avanesov a 6 anni di carcere per aver creduto in Geova Dio e suo figlio Arsen a 6,5 anni di carcere. I credenti sono stati giudicati colpevoli di estremismo perché hanno letto e discusso la Bibbia con gli amici.

Vilen è nato nel 1952 a Baku (Azerbaigian). Ha lavorato come elettricista e muratore, ora in pensione. Fin dall'infanzia, Vilen è appassionato di cucina, ama cuocere il pane fatto in casa. Un altro hobby di Vilen è la lettura. Uno dei suoi libri preferiti fin da piccolo era la Bibbia.

Nel 1980, Vilen sposò Stella, dalla quale ebbe un figlio, Arsen, e una figlia, Elina. A causa del conflitto nel Nagorno Karabakh nel 1988, la famiglia è stata costretta a lasciare la propria casa e a trasferirsi in Armenia come rifugiati. Ma il terremoto di Yerevan nello stesso anno e il deterioramento della situazione finanziaria costrinsero la famiglia a trasferirsi di nuovo. Questa volta, il luogo di residenza era la russa Rostov sul Don. Vilen ha dovuto ricominciare tutto da zero, perché ha perso la sua casa prima a Baku e poi a Yerevan.

Tutta la grande famiglia di Vilen è preoccupata per il fatto che loro e Arsen siano stati condannati. Vilen è in cattive condizioni di salute. «Vilen e il carcere sono cose incomparabili», dice la moglie. «Vilen è la persona più gentile. È così che tutti i suoi familiari e amici lo conoscono".

Casi di successo

Perquisizioni, arresti, umiliazioni e intimidazioni. Nel maggio 2019, Aleksandr Parkov, Vilen e Arsen Avanesov di Rostov sono stati arrestati da funzionari del Comitato investigativo con l’accusa di aver continuato le attività dell’organizzazione messa al bando dei Testimoni di Geova. Sono stati messi in un centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso 925 giorni. L’accusa dei credenti si basava su falsificazioni e testimonianze di un provocatore reclutato dall’FSB. Nel luglio 2021, il tribunale ha condannato Vilen a 6 anni di carcere e Aleksandr e Arsen a 6,5 anni. La Corte d’Appello e Cassazione ha confermato tale decisione. Arsen è stato accusato di un altro articolo: sponsorizzazione delle attività di un’organizzazione estremista, e la sua condanna è stata aumentata a 7 anni. Nel febbraio 2024, Vilen Avanesov è stato rilasciato, dopo aver scontato per intero la sua pena.