Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Beltikov Maksim Nikolayevich
Data di nascita: 9 ottobre 1980
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Tempo trascorso in prigione: 245 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 362 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 2 anni di reclusione con scontamento di una pena in una colonia correzionale di regime generale con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate all'organizzazione e alla partecipazione ad associazioni pubbliche, gruppi per 3 anni e con restrizione della libertà per 1 anno

Biografia

La vita tranquilla della numerosa famiglia di Maksim Beltikov del territorio di Krasnodar è cambiata da un giorno all'altro quando sono stati perquisiti nell'aprile 2020. Due mesi dopo, è stato aperto un procedimento penale contro il credente e gli è stato ordinato di non lasciare il luogo. Nel gennaio 2022, un pacifico padre di famiglia è stato condannato a 2 anni di carcere solo a causa della sua fede, è stato preso in custodia in aula. Nel settembre 2023, Beltikov è stato rilasciato, dopo aver scontato per intero la sua pena.

Maksim è nato nell'ottobre del 1980 a Baltijsk (regione di Kaliningrad). Mia madre ha lavorato tutta la vita al panificio, ha ricevuto il titolo di "veterana del lavoro".

Da bambino, Maksim era appassionato di musica popolare, suonata nell'orchestra di strumenti popolari. Amava raccogliere funghi e pescare. Ha vissuto in diverse città: Baltiysk, Klaipeda (Lituania), Liepaja (Lettonia), e nel 1993 si è trasferito nel villaggio di Pavlovskaya per prendersi cura del nonno malato.

Maksim ha iniziato a lavorare presto, già mentre studiava nelle classi superiori della scuola serale. Allo stesso tempo, ha ricevuto due professioni: autista delle categorie B e C e muratore. Dall'età di 22 anni ha lavorato come autista, ma dopo un infortunio all'occhio è passato alla posizione di specialista della protezione del lavoro. Nel tempo libero gli piace realizzare lavoretti in legno con le proprie mani, è appassionato di giardinaggio.

Maksim si interessò agli insegnamenti biblici in gioventù quando suo cugino gli parlò di Dio. Rimase colpito nell'apprendere che Dio ha un nome personale, Geova. Fu anche colpito dal fatto che tutte le profezie riportate nella Bibbia si adempiono, e i consigli che ne derivano sono applicabili nella vita. L'amore per Dio e il profondo rispetto per questo antico libro lo spinsero a diventare cristiano.

Maksim conosce sua moglie Mariya fin dall'infanzia. Si sono sposati nel maggio 2005. Mariya lavora nel campo della protezione sociale della popolazione, aiuta le persone anziane a non sentirsi sole. Ama riorganizzare e riparare la casa. Ci sono tre figli maschi in famiglia. Quando il tempo e il denaro lo permettono, i Beltikov viaggiano con piacere.

Il procedimento penale, a causa del quale l'intera famiglia ha sperimentato lo stress, ha influito sia sulla salute di Maksim che sul benessere di sua madre. Nonostante le difficoltà, ha aiutato Mariya a prendersi cura dei bambini. Parenti e amici hanno cercato di sostenere Maksim e sono venuti a tutte le udienze in tribunale.

Parlando in tribunale con l'ultimo appello, Maksim ha detto: "Mi vergogno degli esperti che sono disattenti quando studiano documenti da cui dipende la libertà umana. È anche molto imbarazzante e doloroso vedere che l'accusa non ha trovato niente di meglio che invitare i miei amici come testimoni contro di me".

Casi di successo

Maksim Beltikov, specialista in protezione del lavoro, padre di famiglia esemplare, padre di tre figli, è stato accusato di estremismo. Nell’aprile 2020 è stata perquisita la casa del credente e a giugno l’investigatore dell’FSB, il tenente M. Loi, ha aperto un procedimento penale contro l’uomo con l’accusa di aver partecipato alle attività di un’organizzazione estremista. L’inchiesta ha ritenuto che il credente, “consapevole della natura criminale e della pericolosità pubblica delle sue azioni”, esercitasse “il ruolo di predicatore”. Maksim è stato messo in condizione di non andarsene. A gennaio 2021 è iniziato il processo. Durante il procedimento, è stato rivelato che la trascrizione della conversazione di Beltikov con il principale testimone dell’accusa Ilchenko è stata falsificata. Nel gennaio 2022, il tribunale ha dichiarato Beltikov colpevole e lo ha condannato a 2 anni in una colonia a regime generale con restrizione della libertà per 1 anno. La corte d’appello ha confermato il verdetto. Nell’agosto 2023, il tribunale ha esteso la restrizione della libertà per altri 3 anni.