Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Bitusov Yevgeniy Vladimirovich
Data di nascita: 22 febbraio 1979
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 93 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 451 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione con scontamento di una pena in una colonia correzionale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche, per un periodo di 5 anni con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 14 in Khabarovsk Territory
Indirizzo per la corrispondenza: Bitusov Yevgeniy Vladimirovich, born 1979, IK No. 14 in Khabarovsk Territory, sh. Mashinostroiteley, 10, g. Amursk, Khabarovsk Territory, Russia, 682643

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Le forze di sicurezza sospettavano di estremismo Evgenij Bitusov, un elettricista di una piccola città dell'Estremo Oriente russo, a motivo della sua fede in Geova Dio. Parlare ad altri della Bibbia e dei valori cristiani era considerato un crimine.

Yevgeniy è nato nel febbraio 1979 nella città di Zeya. Ha una sorella maggiore. La madre, residente da sempre a Zeya, lavorava come contabile e il padre era un autista venuto dalla Siberia per aiutare a costruire la centrale idroelettrica di Zeya. Quando Evgenij aveva tre anni e sua sorella dieci, suo padre morì in un incidente d'auto.

Da bambino, Evgenij frequentava i club e i gruppi di nuoto e calcio che erano disponibili in città, ma soprattutto amava il turismo sportivo e lo sci. Inoltre, gli piaceva riparare l'elettronica.

Dopo la scuola, Evgenij ha acquisito la professione di elettricista in un impianto di formazione e produzione. Poi entrò nella locale Scuola Tecnica, dove imparò la specialità di falegname. In seguito, Evgenij lavorò come autista di trattori e ricevette anche un titolo onorifico in questo settore. Per molto tempo si è occupato di televisione satellitare, poi ha lavorato come elettricista e muratore.

Durante l'adolescenza Evgenij conobbe i princìpi biblici perché sua madre e sua sorella maggiore leggevano regolarmente la Bibbia. Tuttavia, la sua vera fede in Dio si sviluppò in seguito. Ciò fu in gran parte dovuto alla sua decisione di cercare buoni amici e di interrompere le amicizie con coloro che avevano una cattiva influenza su di lui.

Nel 2001 Evgenij ha sposato Nadezhda, che è un paramedico. Hanno avuto due figli: un maschio nel 2002 e una femmina nel 2010. Nadezhda ha lavorato per diversi anni come infermiera in un centro traumatologico, poi ha lavorato per sedici anni come pasticciera, e poi ha cambiato di nuovo la sua occupazione ed è diventata una manicure.

Yevgeniy ha detto: "A causa del procedimento penale, l'ansia è diventata parte della nostra vita; questo ha influito sulla salute di Nadezhda. Anche il bilancio familiare ne ha risentito, perché ho dovuto comprare cose per sostituire ciò che mi era stato confiscato".

Parenti e conoscenti sono indignati per il fatto che persone profondamente religiose che vivono secondo le norme bibliche siano considerate criminali, pericolose per la società e per lo stato.

Casi di successo

Nell'estate del 2020 l'FSB ha aperto un procedimento penale contro i Testimoni di Geova di Zeya, tra cui Yevgeniy Bitusov e Leonid Druzhinin, che erano testimoni nel caso del loro correligionario Konstantin Moiseenko. Un anno dopo, sono stati accusati di aver partecipato alle attività di un'organizzazione estremista. Le case dei fedeli sono state perquisite due volte, nel marzo 2019 e nell'ottobre 2020. Entrambi gli uomini hanno famiglia e Yevgeniy Bitusov è padre di un figlio minorenne. Nell'ottobre 2021, l'investigatore ha riclassificato l'accusa come organizzazione delle attività di un'organizzazione estremista. Nel maggio 2022, il procedimento penale è stato rinviato in tribunale. Nel dicembre 2022, il tribunale ha condannato Bitusov e Druzhinin rispettivamente a 6 e 6,5 anni di carcere. La corte d'appello e la corte di cassazione hanno confermato il verdetto.