Aggiornato: 27 maggio 2024
Nome: Burkov Mikhail Ivanovich
Data di nascita: 6 settembre 1983
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 137 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 266 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 6 anni e 1 mese di reclusione da scontare in una colonia penale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla gestione e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche per un periodo di 4 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: penal colony No. 14 in Khabarovsk Territory
Indirizzo per la corrispondenza: Burkov Mikhail Ivanovich, born 1983, IK No. 14 in Khabarovsk Territory, sh. Mashinostroiteley, 10, g. Amursk, Khabarovsk Territory, Russia, 682643

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Le forze dell'ordine della regione dell'Amur hanno coinvolto due task force di Blagoveshchensk per perquisire le case dei civili di Tynda. Nel novembre 2019, Mikhail Burkov è stato indagato con l'accusa di aver organizzato le attività di un'organizzazione estremista.

Mikhail è nato nel settembre 1983 nel villaggio di Araslanovo (regione di Chelyabinsk) in una famiglia numerosa: i genitori hanno cresciuto 5 figli e 2 figlie.

Da bambino, Mikhail amava piantare fiori da interno. Negli anni della scuola era appassionato di ingegneria elettrica: riparava televisori a tubo, elettrodomestici e orologi meccanici per i suoi vicini.

Mikhail si è diplomato alla scuola tecnica ferroviaria. I genitori e i fratelli maggiori di Mikhail abusavano di alcol, così alla prima occasione se ne andò di casa per Tynda, dove lavora ancora come falegname sotto l'amministrazione cittadina. Nel tempo libero, Mikhail ama aiutare i suoi amici: ripara frigoriferi e lavatrici.

Quando Mikhail cominciò a leggere la Bibbia, rimase colpito dal fatto che, pur non essendo un libro scientifico, descrive accuratamente le leggi fisiche e le informazioni sulla terra. A 23 anni prese la decisione di intraprendere il cammino cristiano.

Quando Mikhail ha iniziato a essere convocato per l'interrogatorio, i suoi colleghi sono rimasti molto sorpresi e hanno detto: "Questo è un errore, che razza di estremista sei!" Ciononostante, dopo ripetute udienze del caso, il credente è stato condannato a 6 anni e 2 mesi di carcere per le sue convinzioni.

Casi di successo

Nel 2018, nella città di Tynda, l’agente dell’FSB Nurakov, fingendo interesse per la Bibbia, ha iniziato a frequentare le funzioni dei testimoni di Geova e a raccogliere informazioni su di loro. Nel novembre 2019 è stato avviato un procedimento penale contro Sergey Yuferov, Valery Slashchev, Mikhail Burkov e Vladimir Bukin. Un’ondata di perquisizioni ha avuto luogo in città. Gli uomini sono stati accusati di aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista e di esserne coinvolti. Nel giugno 2021, il caso è andato in tribunale. Un anno e mezzo dopo, i credenti sono stati condannati a 6 anni e 2 mesi a 6,5 anni di carcere. Nel dicembre 2022, l’appello ha ribaltato il verdetto e ha rinviato il caso a un nuovo processo, e i credenti sono stati rilasciati dal centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso 2 mesi ciascuno. Nel giugno 2023 sono stati nuovamente condannati a una colonia: Bukin, Slashchev e Yuferov sono stati condannati a 6 anni e 4 mesi ciascuno, mentre Burkov è stato condannato a 6 anni e 2 mesi. Un secondo ricorso nell’agosto 2023 ha confermato questa decisione. Nel maggio 2024 la Corte di Cassazione ha confermato definitivamente la condanna per tutti e quattro i Testimoni di Geova di Tynda.