Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Derendyaev Maksim Ivanovich
Data di nascita: 5 novembre 1985
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 1 Giorno nel centro di permanenza temporanea, 127 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 62 Giorni Agli arresti domiciliari
Limitazioni attuali: centro di detenzione
Frase: pena sotto forma di 3 anni di reclusione con servizio in una colonia penale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione in un'organizzazione religiosa pubblica per un periodo di 4 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Detention Center No. 1 in Udmurt Republic
Indirizzo per la corrispondenza: Derendyaev Maksim Ivanovich, born 1985, SIZO No. 1 in Izhevsk, ul. Bazisnaya, 13, g. Izhevsk, the Udmurt Republic, Russia, 426034

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

La vita di Maksim Derendyaev e di sua moglie è stata divisa in prima e dopo, quando è stato aperto un procedimento penale contro il credente con l'accusa di estremismo. I coniugi sono stati perquisiti, Maksim è stato arrestato e ha trascorso quasi 3 mesi in un centro di detenzione preventiva, avendo perso il lavoro.

Maksim è nato nel novembre 1985 a Izhevsk. È l'unico figlio della famiglia. I genitori divorziarono quando il ragazzo aveva 10 anni.

Da bambino, Maxim era impegnato nel ballo liscio, era appassionato di acquariofilia. Trascorreva spesso le estati in paese con i nonni, dove pescava, giocava a calcio, nuotava nel fiume, raccoglieva funghi e bacche nel bosco e aiutava il nonno nella fienagione.

Dopo la scuola, Maxim si è diplomato al Lyceum, dove ha ricevuto la specializzazione di elettricista per la riparazione e la manutenzione di apparecchiature elettriche. Per qualche tempo ha lavorato nel campo dell'edilizia, e poi come elettricista nel centro del turismo e dell'artigianato, all'accademia agraria, all'istituto tecnico, da dove è stato licenziato a causa di un procedimento penale. Recentemente ha lavorato come elettricista di emergenza nel settore degli alloggi e dei servizi comunali.

Maxim si interessò agli insegnamenti biblici con sua madre. Gli piaceva il modo in cui i credenti si trattavano calorosamente, così come la loro gentilezza e reattività. Nell'estate del 2000, lei e sua madre hanno intrapreso il cammino cristiano.

Nel 2015, Maksim ha sposato Tatyana, che condivide le sue opinioni sulla vita. Lavora come manicure, è appassionata di cucito, disegno, modellazione con argilla polimerica, cucina. Maxim ha hobby versatili: gli piace giocare a ping pong, ascoltare musica orchestrale, blues e jazz. Coltiva anche peperoncini piccanti in casa. La coppia ama fare escursioni nei luoghi pittoreschi della Russia, leggere e cucinare insieme.

I parenti e gli amici di Maksim sono sinceramente perplessi per quanto accaduto: conoscono bene il credente e sono sicuri che non avrebbe potuto fare nulla di legato all'estremismo.

Casi di successo

Nella primavera del 2021 è stato aperto un procedimento penale contro tre credenti di Izhevsk per aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista. Il giorno dopo, gli agenti dell’FSB e del Comitato Investigativo hanno condotto perquisizioni di massa in città e interrogato 14 persone. Maksim Derendyaev e Aleksandr Kutin sono stati arrestati e messi in un centro di detenzione preventiva, mentre a Sergey Ashikhmin è stato vietato di compiere alcune azioni. Kutin è stato rilasciato agli arresti domiciliari dopo 15 giorni e Derendyaev dopo 3 mesi. Nel febbraio 2022, il caso contro i tre uomini è andato in tribunale. È stato costruito, tra l’altro, sulla testimonianza di testimoni segreti. Nel maggio 2024, il tribunale ha condannato i credenti a 3 anni in una colonia penale.