Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Druzhinin Leonid Ivanovich
Data di nascita: 14 febbraio 1969
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 93 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 451 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 6 anni 6 mesi di reclusione con scontare una pena in una colonia correzionale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche per un periodo di 5 anni con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 14 in Khabarovsk Territory
Indirizzo per la corrispondenza: Druzhinin Leonid Ivanovich, born 1969, IK No. 14 in Khabarovsk Territory, sh. Mashinostroiteley, 10, g. Amursk, Khabarovsk Territory, Russia, 682643

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Nell'ottobre 2020, Leonid Druzhinin è tornato a casa dal lavoro per cambiarsi e andare in tribunale a testimoniare nella causa contro il suo compagno di fede Konstantin Moiseyenko. Lì gli ufficiali dell'FSB lo stavano aspettando. Hanno condotto una perquisizione e hanno portato via il credente per interrogarlo. Di conseguenza, a causa della sua fede, Leonid si trasformò da testimone in imputato in un nuovo procedimento penale. Nel dicembre 2022, il tribunale lo ha condannato a 6,5 anni in una colonia penale.

Leonid è nato nel febbraio 1969 nel villaggio di Trubachevo (Territorio di Zabaykalksy). È cresciuto con una sorella e un fratello minori; Quest'ultimo in seguito è scomparso. I suoi genitori hanno lavorato alla costruzione della centrale idroelettrica di Zeya. Suo padre è già morto.

A scuola, Leonid frequentava un club sportivo, andava a sciare, era appassionato di pesca e caccia. Dopo la terza media, ha studiato alla scuola serale e ha lavorato come carpentiere di calcestruzzo, e in seguito ha lavorato nel campo dei servizi di costruzione-riparazione.

A metà degli anni '90 il giovane cominciò a leggere regolarmente la Bibbia. Fu profondamente toccato nell'apprendere dalla Bibbia che "Dio è amore", e trovò la risposta alla domanda che lo tormentava: perché il Creatore permette la sofferenza?

Nel 2008 Leonid ha incontrato Tamara e due anni dopo si sono sposati. Di professione, Tamara è una modellista; Successivamente ha completato i corsi di parrucchiere e sta lavorando in questo nuovo campo. Durante l'infanzia la madre di Tamara le instillò l'amore per la Bibbia. La coppia ama trascorrere il tempo libero con gli amici. Amano stare all'aria aperta nella natura e in estate amano raccogliere funghi e bacche.

Gli interrogatori e le perquisizioni sono stati stressanti per la coppia. Leonid iniziò ad avere problemi di pressione sanguigna. Gli amici si preoccupano per il credente e considerano ingiusta l'azione penale e la sentenza. I Druzhinin cercano di non perdersi d'animo e si sostengono a vicenda.

Casi di successo

Nell'estate del 2020 l'FSB ha aperto un procedimento penale contro i Testimoni di Geova di Zeya, tra cui Yevgeniy Bitusov e Leonid Druzhinin, che erano testimoni nel caso del loro correligionario Konstantin Moiseenko. Un anno dopo, sono stati accusati di aver partecipato alle attività di un'organizzazione estremista. Le case dei fedeli sono state perquisite due volte, nel marzo 2019 e nell'ottobre 2020. Entrambi gli uomini hanno famiglia e Yevgeniy Bitusov è padre di un figlio minorenne. Nell'ottobre 2021, l'investigatore ha riclassificato l'accusa come organizzazione delle attività di un'organizzazione estremista. Nel maggio 2022, il procedimento penale è stato rinviato in tribunale. Nel dicembre 2022, il tribunale ha condannato Bitusov e Druzhinin rispettivamente a 6 e 6,5 anni di carcere. La corte d'appello e la corte di cassazione hanno confermato il verdetto.