Questa persona è anche perseguita in un altro procedimento penale:
Secondo caso di Prianikov e altri a Karpinsk
Aggiornato: 14 giugno 2024
Nome: Dulova Venera Nikolayevna
Data di nascita: 3 gennaio 1968
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Limitazioni attuali: Sospensione condizionale della pena
Frase: условно (2 anni)

Biografia

Nel giugno 2018, Venera Dulova è stata arrestata dalla polizia mentre parlava di argomenti biblici. Un mese dopo, è stato aperto un procedimento penale contro una credente pacifica, accusandola di aver partecipato alle attività di un'organizzazione vietata. Più di un anno dopo, il caso è andato in tribunale. Nel luglio 2021, Venera e sua figlia Darya sono state giudicate colpevoli e condannate rispettivamente a 2 anni e 1 anno di libertà vigilata. Contro il credente è stato avviato anche un secondo procedimento penale, che è pendente davanti a un altro giudice.

Venera è nata nel 1968 a Karpinsk. È stata cresciuta da sua madre e sua nonna. Da bambina amava molto leggere, lavorare a maglia, a scuola era un'ottima studentessa, le piacevano soprattutto le scienze esatte. Ha frequentato un club di orienteering.

Quando Venera era in terza media, sua madre era già molto malata. Ha incoraggiato sua figlia a lasciare la scuola e andare a studiare in una scuola di ingegneria meccanica per ottenere una professione il prima possibile. Quando aveva 14 anni, sua nonna morì, e due anni dopo morì anche sua madre. Dopo essersi laureato, Venera ha lavorato in una fabbrica. Si è sposata nel 1990. Con il marito Igor, hanno tre figli e 30 anni di matrimonio felice alle spalle.

Fin dall'infanzia, Venera ha avuto problemi di udito, dal 1996 è una persona disabile del III gruppo. Nel 1998 è stata licenziata dal lavoro e da allora gestisce una casa e cresce i figli. Nel tempo libero gli piace lavorare a maglia, leggere libri di viaggi, avventure e classici. In estate trascorre molto tempo in giardino.

Fin dall'infanzia, Venera vedeva sua nonna, una devota luterana, leggere libri su Dio ogni giorno. Il contenuto di questi libri era un mistero per lei, poiché erano scritti in tedesco e latino. Molto presto, Venera ha iniziato a porsi delle domande: perché le persone muoiono? Perché non porre fine alle guerre in qualche modo? perché non è possibile trattare la Terra con cura? Quale futuro attende i miei figli? A 28 anni trovò finalmente le risposte a tutte le sue domande grazie a un accurato studio biblico. Ammirava l'accuratezza storica, la semplicità e la saggezza degli insegnamenti contenuti in questo libro.

Il coniuge e i figli maggiori, che non condividono le opinioni religiose di Venera, sono molto preoccupati per lei. "Bisogna catturare e imprigionare banditi, ladri, criminali, non mia madre", disse la figlia maggiore di Venera.

Casi di successo

Nel giugno 2018, Venera Dulova e Aleksandr Pryanikov sono stati arrestati per aver parlato della Bibbia. Contro di loro è stato aperto un procedimento penale in base a un articolo estremista. Un anno dopo, Daria Dulova è diventata la terza imputata nel caso. Nel gennaio 2020 sono stati condannati a pene sospese che vanno da 1 anno a 2,5 anni. Un appello a Ekaterinburg ha ribaltato il verdetto e ha rinviato il caso al tribunale di primo grado. Questa volta, il pubblico ministero ha chiesto una punizione più severa, ma la corte ha duplicato il primo verdetto. Nel marzo 2022 la corte d’appello ha nuovamente ribaltato il verdetto, assolvendo i fedeli. La Corte di Cassazione non ha modificato questa decisione. Tuttavia, la Corte Suprema della Federazione Russa lo ha ribaltato nel marzo 2023 e ha rinviato il caso alla fase di appello, che ha rinviato il caso all’ufficio del procuratore, dopodiché la cassazione lo ha inviato per una nuova udienza di appello. Una quarta sentenza d’appello ha confermato le condanne di Aleksandr e Venera. Daria è esonerata da responsabilità penale, in quanto i termini di prescrizione sono scaduti. Tutti e tre i credenti sono imputati in un altro procedimento penale per la loro fede.