Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Ivanova Olga Aleksandrovna
Data di nascita: 19 dicembre 1982
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Trattenuto in custodia cautelare: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 129 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 501 Giorni Agli arresti domiciliari, 832 Giorni nella colonia
Limitazioni attuali: restrizione della libertà
Frase: pena sotto forma di 3 anni e 6 mesi di reclusione, con l'imposizione di pene aggiuntive sotto forma di privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche per un periodo di 3 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno, con l'esecuzione di una pena detentiva in una colonia correzionale di regime generale

Biografia

Nell'estate del 2020 ad Astrakhan sono state effettuate una serie di perquisizioni in decine di case di fedeli. Le vittime delle azioni illegali delle forze di sicurezza sono stati gli Ivanov. È stato aperto un procedimento penale contro di loro per la loro fede e nell'ottobre 2021 il tribunale ha inflitto loro una dura condanna: 8 anni di carcere per Yevgeniy e 3,5 anni di reclusione reale per Olga.

Olga è nata nel 1982 nella città di Volzhsky (regione di Volgograd). Ha due sorelle. Da bambina Olga ha imparato a suonare la fisarmonica.

Nel 2003 si è laureata in linguistica presso l'Accademia. Durante gli studi e dopo Olga ha lavorato come insegnante di inglese, poi come commessa e più recentemente, fino al suo arresto, come ragazza alla pari. Dopo aver sposato Evgenij, Olga si è trasferita ad Astrakhan con il marito nel 2007.

Fin dalla prima infanzia, Olga si è preoccupata del motivo per cui le persone muoiono. Ricevette una risposta da sua madre, che all'inizio degli anni '90 si interessò degli insegnamenti biblici. "Grazie all'adolescenza ho conosciuto la Bibbia e Dio stesso", ricorda Olga, "la mia vita è cambiata qualitativamente! Ho imparato a scegliere buoni amici che non mi incoraggiassero a fumare o a provare droghe. Il mio discorso divenne privo di turpiloquio. Grazie ai consigli delle Sacre Scritture, riuscii a trovare una persona degna che divenne mio marito. Questi consigli mi aiutano ad essere una moglie amorevole, ad essere la sua aiutante. Inoltre, ho ricevuto risposte a domande che mi hanno profondamente preoccupato fin dalla prima infanzia, e questo mi aiuta a condurre una vita significativa. "

Olga ama gli animali, aiuta cani e gatti senzatetto e suo marito Eugene la sostiene in questo. Prima del procedimento penale, amavano passare il tempo con gli amici, guardare film e rilassarsi nella natura.

I coniugi, abituati a chiacchierare tutti i giorni, difficilmente riescono a sopportare la separazione, dal momento che Yevgeniy è stato preso in custodia. "Ora non solo non ci vediamo, ma non riusciamo nemmeno a capire l'uno dall'altro come stanno le cose", dice Olga. Parlando in tribunale con l'ultima parola, ha osservato: "Vedo crudeltà nel fatto che tutti noi, gli accusati, siamo stati separati dalle nostre famiglie, dalle persone a noi più care. Io con mio marito, e gli altri, con le loro mogli". Dopo la perquisizione e l'arresto, i coniugi sono rimasti senza lavoro e non possono guadagnarsi da vivere.

La madre di Olga, che ha perso il marito e ha subito due operazioni, sta vivendo un ulteriore stress a causa dell'atteggiamento ingiusto delle autorità nei confronti della figlia e del genero. Veniva da un'altra città e visse con Olga per più di un anno per aiutare il più possibile lei e suo marito nelle faccende necessarie.

Casi di successo

Nel giugno 2020, l’inchiesta ad Astrakhan ha aperto un procedimento penale contro Sergey Klikunov, Rustam Diarov, Yevgeniy Ivanov e sua moglie Olga in base a un articolo contro l’estremismo. Il giorno successivo è stata effettuata una serie di perquisizioni. Dopodiché, i quattro credenti sono stati posti in custodia. Dopo 3 giorni, Olga Ivanova è stata trasferita agli arresti domiciliari. Da giugno 2021, il caso contro i credenti è stato discusso in tribunale. Il tribunale ha condannato Evgenij, Sergey e Rustam a 8 anni in una colonia penale, e Olga a 3,5 anni in una colonia penale. La corte d’appello ha confermato questa decisione nel febbraio 2022 e, 10 mesi dopo, la corte di cassazione ha persino inasprito la pena, aggiungendo il divieto per i credenti di lasciare Astrakhan dopo aver scontato la pena. Nel giugno 2024, Olga Ivanova è stata rilasciata.