Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Korolev Sergey Vasiliyevich
Data di nascita: 13 luglio 1973
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1), 282.3 (1)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 658 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 298 Giorni nella colonia
Frase: punizione sotto forma di reclusione per un periodo di 7 anni con il servizio in una colonia correzionale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni religiose per un periodo di 3 anni, con limitazione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 3 in Tambov Region
Indirizzo per la corrispondenza: Korolev Sergey Vasiliyevich, born 1973, IK No. 3 in Tambov Region, ul. Tsentralnaya, 6, p. Zelenyi, Tambov Region, Russia, 393265

Le lettere di sostegno possono essere inviate per posta ordinaria o tramite il sistema di lettere FSIN . Per pagare le lettere con una carta di una banca estera, utilizzare il servizio Prisonmail .

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Lo stile di vita calmo del pacifico credente Sergey Korolev di Akhtubinsk è stato disturbato quando le forze dell'ordine sono venute a perquisire la sua casa. Consideravano le conversazioni su Dio un'attività estremista e lo mandavano in un centro di detenzione. Nell'aprile 2023, il tribunale ha condannato il credente a sette anni in una colonia penale per le sue convinzioni.

Sergey è nato nel 1973 nella città di Penza. Ha un fratello minore che è un cacciatore e pescatore. La madre è in pensione. Da bambino, Sergey era appassionato di fotografia, amava fare qualcosa con le sue mani e si ispirava a una rivista chiamata "Yunyy Tekhnik" che sua madre ordinava per i suoi figli.

Sergey ha ricevuto un'istruzione professionale. Gli piace lavorare con le proprie mani: ha lavorato nella produzione di mobili, nella riparazione di scarpe e con l'attrezzatura fotografica. Così, i suoi hobby d'infanzia sono diventati il suo lavoro preferito.

Sergey ha vissuto per qualche tempo nelle città di Kuznetsk (regione di Penza), Ulyanovsk, e in seguito si è stabilito nella città di Akhtubinsk, che non è lontana da Volgograd, dove vivono i genitori di sua moglie.

Nel tempo libero, Sergey è ancora appassionato di fotografia e tecnologia; Ama ascoltare musica e passare il tempo con gli amici. Non trascura la sua salute facendo allenamento con i pesi, facendo jogging e frequentando la sauna.

Fin da giovane Sergey amava leggere e un giorno si imbatté in un libro che parlava dell'origine della vita e che l'uomo era stato creato per vivere per sempre. La lettura di questo libro e la conoscenza dei testimoni di Geova lo spinsero a studiare la Bibbia e a trovare uno scopo nella sua vita. Nel 1996 Sergey è diventato cristiano.

Nel 2006, Sergey ha sposato Yekaterina. Fin dall'infanzia si interrogava anche sullo scopo della vita e leggeva molto, da Dale Carnegie alla Bhagavad Gita. Quando cominciò a studiare la Bibbia, rimase colpita dalla logica del libro e dai consigli pratici e dai princìpi che conteneva. Yekaterina e suo marito amano cantare, fare passeggiate e viaggiare.

Un'improvvisa persecuzione per la loro fede ha separato una famiglia unita e forte. I piani per visitare la madre di Sergey, che non vedeva da due anni, dovettero essere cancellati. Quando ha scoperto che era stato avviato un procedimento penale contro suo figlio, ha sperimentato un forte stress, che ha peggiorato le sue malattie croniche. Sebbene non condivida le convinzioni religiose di suo figlio, lo considera decente, modesto e premuroso.

La madre è preoccupata per la dura condanna inflitta a Sergey. Ekaterina sostiene il marito e cerca di mantenere un atteggiamento positivo, nonostante le difficoltà.

Casi di successo

La mattina di novembre 2021 i testimoni di Geova sono stati perquisiti e interrogati ad Akhtubinsk e Znamensk (regione di Astrakhan). Alcuni di loro erano stati precedentemente sotto sorveglianza. Le forze di sicurezza hanno sfondato porte, danneggiato proprietà e steso a terra uomini e donne. Il Comitato investigativo ha aperto un procedimento penale contro Sergey Korolev, Rinat Kiramov e Sergey Kosyanenko, considerando il culto pacifico come attività estremiste. I credenti sono stati collocati in un centro di detenzione temporanea, e poi in un centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso più di un anno e mezzo. Nell’ottobre 2022, il caso è andato in tribunale. Alcuni testimoni dell’accusa, tra cui quello classificato, hanno parzialmente o completamente ritrattato le loro deposizioni preliminari. Nell’aprile 2023, il tribunale ha condannato Korolev, Kiramov e Kosyanenko a 7 anni di carcere ciascuno. Quattro mesi dopo, un appello confermò il verdetto contro i credenti. La Corte di Cassazione ha confermato tale decisione. Nell’aprile 2024, Rinat Kiramov è stato trasferito illegalmente alla LIU n. 3 nella regione di Tula, dove è stato sottoposto a bullismo e tortura.