Aggiornato: 22 luglio 2024
Nome: Lyulin Sergey Aleksandrovich
Data di nascita: 24 settembre 1984
Stato attuale: imputato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 3 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 588 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 132 Giorni Agli arresti domiciliari
Limitazioni attuali: Divieto di determinate azioni

Biografia

Sergey Lyulin è stato arrestato dalle forze dell'ordine nell'agosto 2021. È stato messo in un minibus, ammanettato ai corrimano sotto il soffitto della cabina, e le sue gambe sono state fissate al sedile e portate per 16 ore al centro di detenzione preventiva di Simferopol, dove ha trascorso 203 giorni. In seguito, è stato agli arresti domiciliari per più di 4 mesi. Nel marzo 2023, il credente è stato condannato e preso in custodia in aula. Un anno dopo, questa decisione è stata ribaltata e il caso è stato riesaminato.

Sergey è nato nel settembre 1984 a Yalta (Crimea), dove vive tuttora. I suoi genitori sono in pensione e suo fratello maggiore è morto nel 2013.

Sergey si interessa della Bibbia fin dall'infanzia. Ha detto: "Studiando le Sacre Scritture, mi sono reso conto che solo il Creatore ha il diritto di stabilire le norme del bene e del male. Se vi aderite ad essi, sperimenterete solo felicità e gioia. Questo mi spinse a continuare a conoscere il Creatore e a sviluppare un'intima relazione con lui. La conoscenza biblica mi ha aiutato a evitare molti errori, a trarre soddisfazione dalla vita e a rendere ottimi i rapporti familiari". Sergej e suo padre seguirono l'esempio della madre e del fratello maggiore diventando testimoni di Geova.

Per qualche tempo Sergey lavorò come falegname. Nel 2010 ha sposato Darya, che conoscevano fin dall'infanzia. Prima del procedimento penale, la coppia lavorava insieme come giardinieri. Darya è una fiorista di professione. Ama cucinare, disegnare, praticare sport attivi. Darya amava Dio fin dalla prima infanzia. Nella Bibbia, è stata particolarmente toccata dal fatto che egli accetta persone di qualsiasi nazione, indipendentemente dalla posizione nella società, dalla condizione materiale e dai fattori esterni.

Sergey ama gli sport attivi: calcio, badminton e pallavolo. Insieme a sua moglie, fanno escursioni con le tende nella foresta e in montagna, trascorrono del tempo con gli amici. Inoltre, a Sergey piace fare un bagno di vapore.

Lo stress e le preoccupazioni dovute al procedimento penale hanno minato la salute di tutta la famiglia, Daria ha dovuto adattarsi alle nuove circostanze e svolgere da sola per molto tempo compiti che prima gravavano sulle spalle del marito. Tuttavia, nel suo ultimo discorso, Sergey ha osservato: "Durante tutto il processo, mia moglie ha mantenuto un atteggiamento positivo, ha mostrato amore, il che mi ha aiutato a non perdermi d'animo. Lei è un vero aiuto. E sono contento che sia stata la conoscenza della Bibbia ad aiutarmi a stringere una relazione del genere con la mia bellissima moglie, che per me è una perla inestimabile".

Casi di successo

Nel marzo 2021 il Comitato investigativo ha avviato un procedimento penale contro Taras Kuzo, di Yalta, padre di due bambini piccoli, sospettandolo di finanziare le attività di un’organizzazione estremista. Dopo una serie di perquisizioni nelle case dei fedeli, Kuzo è finito in un centro di detenzione temporanea. Nel luglio dello stesso anno è stato aperto un procedimento penale contro la coppia Daria, così come Petr Zhiltsov, Sergey Lyulin e Tadevos Manukyan. In seguito, il caso Manukyan è stato separato in un procedimento separato. Lyulin ha trascorso più di sei mesi in un centro di detenzione preventiva e più di 4 mesi agli arresti domiciliari. Zhiltsov e Kuzo sono stati agli arresti domiciliari rispettivamente per 11 e 16 mesi. Nel marzo 2022, il caso dei fedeli è andato in tribunale. Un anno dopo, il tribunale ha condannato Taras Kuzo a 6 anni e mezzo, Petr Zhiltsov a 6 anni e 1 mese, Sergey Lyulin a 6 anni in una colonia penale e Darya Kuzo a 3 anni di sospensione della pena. Nel marzo 2024, un appello ha ribaltato il verdetto e ha rinviato il caso per un nuovo processo.