Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Melnik Sergey Nikolayevich
Data di nascita: 29 giugno 1972
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 398 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 830 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione con scontare la pena in una colonia correzionale di regime generale; con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni religiose pubbliche per un periodo di 4 anni; con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 5 in Kirov Region
Indirizzo per la corrispondenza: Melnik Sergey Nikolayevich, born 1972, IK No. 5 in Kirov Region, ul. Ovrazhnaya, 16, g. Kirovo-Chepetsk, Russia 613049

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Nel settembre 2021 un tribunale di Volgograd ha condannato quattro civili a pene detentive per aver creduto in Geova Dio. Uno di loro è Sergey Melnik.

Sergey è nato nel 1972 a Volgograd, dove è cresciuto. Era il figlio maggiore di una famiglia con tre figli e una figlia. Si è diplomato in un istituto tecnico professionale con una laurea in meccanica automobilistica. In seguito ha imparato le professioni di fromboliere e conciatetto. Per qualche tempo ha lavorato nelle strutture del Ministero degli Affari Interni e del Servizio Penitenziario Federale.

Nel 1993, Sergey ha sposato Anna, dalla quale ha avuto tre figli. Tutta la famiglia amava fare escursioni, uscire nella natura e andare alle partite di calcio. Anna fu la prima della famiglia a interessarsi della Bibbia. Sergej, vedendo l'effetto benefico del libro sacro su di lei, si immerse anche lui nel suo studio. Oggi è convinto che la Bibbia sia una fonte di sapienza divina e preziosi consigli per la vita.

Dopo l'arresto del marito, Anna è rimasta sola con molte preoccupazioni. Negli ultimi anni non ha lavorato, occupandosi dei bambini e della madre e della sorella disabili. Sergey era l'unico sostentatore e sostenitore di questa grande famiglia. Ora, oltre a questi doveri, Anna ha bisogno di cercare di nuovo un lavoro. Non un solo parente di Sergey condivide le sue opinioni religiose, ma tutti sono estremamente indignati dal suo procedimento penale e cercano di sostenere la famiglia in ogni modo possibile nei momenti difficili.

Casi di successo

Nella primavera del 2019, il Comitato investigativo ha avviato un procedimento penale contro i credenti di Volgograd. Sergey Melnik, Igor Egozaryan, Valeriy Rogozin e Denis Peresunko sono stati accusati di aver organizzato un’organizzazione estremista, e gli ultimi due sono stati anche accusati di finanziarla. Hanno trascorso dai 5 ai 7 mesi nel centro di detenzione. Gli avvocati hanno richiamato l’attenzione del giudice Irina Struk su numerose violazioni da parte dell’indagine. Alcuni testimoni hanno dichiarato che le loro testimonianze sono state falsificate. I testimoni segreti sono stati interrogati in incognito: secondo loro, temevano per la loro vita e la loro salute. Nel settembre 2021, il tribunale ha condannato quattro credenti a pene detentive che vanno da 6 anni a 6 anni e 5 mesi. Nel marzo 2022, una corte d’appello ha confermato il verdetto. Nell’agosto dello stesso anno, Igor Egozaryan, Denis Peresunko e Valeriy Rogozin sono stati portati a 1.200 km dalla loro casa alla colonia correzionale n. 6 nella Repubblica di Udmurtia, e Sergey Melnik è stato successivamente trasferito alla colonia correzionale n. 5 nella regione di Kirov.