Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Putintsev Artur Vladislavovich
Data di nascita: 13 marzo 1970
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2), 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 5 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 1212 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 77 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione con servizio in una colonia correzionale di regime generale con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni e associazioni pubbliche e religiose, per un periodo di 3 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno e 6 mesi
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 5 in Oryol Region
Indirizzo per la corrispondenza: Putintsev Artur Vladislavovich, born 1970, IK No. 5 in Oryol Region, ul. Zavodskaya, 62, p. Naryshkino, Oryol region, Russia, 303900

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Artur Putintsev non si fidava di nessuna religione, ma la sua conoscenza dei testimoni di Geova cambiò la sua vita in meglio: si fece degli amici leali e imparò a mettere in pratica i princìpi biblici nella sua vita. Tuttavia, è stato aperto un procedimento penale contro di lui per il suo amore per la Bibbia ed è stato mandato in prigione nel dicembre 2020.

Artur è nato a Chita (Territorio Trans-Baikal) nel marzo del 1970. È cresciuto in una famiglia numerosa ed era il maggiore di sei figli. Da bambino amava andare a pescare e andare in moto.

La famiglia si trasferì più volte. Artur si è diplomato in una scuola tecnica professionale a Kamensk-Shakhtinsky (regione di Rostov) e ha conseguito una specializzazione come elettricista. Lavorava di professione in una fabbrica. Dopo aver prestato servizio nell'esercito nel 1991, si è trasferito nel villaggio di Buninsky (regione di Orël) e ha trovato lavoro in una fattoria statale. Lì incontrò Lyudmila e nel 1993 si sposarono. Dopo il matrimonio, Artur ha avviato un'attività in proprio e negli ultimi due anni prima del suo arresto ha lavorato in un taxi.

Nel 2005 Artur, dopo aver studiato attentamente la Bibbia, ha intrapreso il cammino cristiano. Un anno dopo, sua madre lo raggiunse e, due anni dopo, sua moglie. La coppia ama viaggiare e sciare. Artur è anche appassionato di apicoltura e di progettazione di macchine e altri meccanismi.

L'azione penale e la lunga permanenza in un centro di detenzione preventiva lontano dalla sua famiglia hanno influito negativamente sulla salute del credente: Artur soffre di ipertensione. Lyudmila ha perso il sostegno e le cure del marito. Amici e parenti non capiscono perché stiano perseguitando questa persona calma e pacifica.

Casi di successo

Dal 2009, Vladimir Melnik, padre di molti bambini di Orël, registra i fatti di pressioni, minacce e provocazioni da parte dell’FSB. Nel dicembre 2020 è stato invaso dalle forze di sicurezza armate. Anche Vladimir Piskarev e Artur Putintsev sono stati arrestati. I credenti sono stati collocati in un centro di detenzione preventiva e i loro nomi sono stati aggiunti alla lista di monitoraggio di Rosfin. Nel gennaio 2022, il caso è andato in tribunale. Durante le udienze, è emerso chiaramente che nell’appartamento di Piskarev era stata installata un’intercettazione telefonica nascosta, le cui registrazioni audio costituivano la base delle accuse. Nel centro di detenzione preventiva, la sua salute ha iniziato a peggiorare: ha avuto un ictus e più di una crisi ipertensiva. Ciononostante, la misura di moderazione non è stata mitigata né per lui, né per Melnik, né per Putintsev. Nell’ottobre 2023, il tribunale ha condannato tre credenti a 6 anni in una colonia penale. Un appello nel marzo 2024 ha confermato il verdetto.