Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Skachidub Vladimir Yuriyevich
Data di nascita: 4 dicembre 1961
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2), 282.2 (1.1)
Tempo trascorso in prigione: 191 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 797 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di reclusione per 4 anni e 2 mesi, con privazione del diritto di svolgere attività connesse all'organizzazione e alla partecipazione ad associazioni pubbliche, gruppi per un periodo di 3 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 2 anni; con l'esecuzione di una pena privativa della libertà in una colonia penale di regime generale
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 6 in Ryazan Region
Indirizzo per la corrispondenza: Skachidub Vladimir Yuriyevich, born 1961, IK No. 6 in Ryazan region, p. Stenkino, Ryazan region, Russia, 390506

Le lettere di sostegno possono essere inviate per posta ordinaria o tramite il sistema di lettere FSIN . Per pagare le lettere con una carta di una banca estera, utilizzare il servizio Prisonmail .

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Nella sua giovinezza, Vladimir Skachidub dovette affrontare molte difficoltà. All'età di 25 anni, dopo la morte dei genitori, è diventato il tutore della sorella di 15 anni, che nel 2003 è morta di leucemia. Nel 2020 è stato aperto un procedimento penale contro di lui per aver creduto in Dio, grazie al quale ha messo ordine nella sua vita.

Vladimir è nato nel dicembre 1961 nel villaggio di Pavlovskaya. Fin da bambino, sua madre voleva instillare in suo figlio l'amore per la musica e lo mandò in una scuola di musica nella classe di fisarmonica. L'educazione musicale non è stata vana e ha imparato a suonare la chitarra in modo indipendente. Già a scuola era appassionato di fotografia.

Dopo essersi diplomato, Vladimir ottenne un lavoro come apprendista di tornitore presso la fabbrica di automobili Pavlovsky e ricevette la specialità di tornitore di 2a categoria. Dopo aver prestato servizio nell'esercito, entrò nell'Istituto di Ingegneria Radiofonica di Taganrog, ma la vita studentesca riottosa non portò a nulla di buono: Vladimir fu espulso al secondo anno. Dovette trovare lavoro come tornitore presso lo stabilimento di Taganrog "Vibropribor". I piani erano di continuare a studiare al dipartimento di corrispondenza, ma la morte dei suoi genitori cambiò tutto. Dopo la tragedia, è dovuto tornare al suo villaggio natale, da sua sorella. Lì ottenne di nuovo un lavoro come tornitore presso l'impianto di riparazione auto Pavlovsky (ora Pavlovsky Experimental Plant LLC).

Per la prima volta Vladimir sentì parlare della Bibbia dalla sua futura moglie Galina, che conobbe con l'aiuto di sua sorella Natalia. A quel punto le donne conobbero i testimoni di Geova e cominciarono a studiare la Bibbia più approfonditamente. Vladimir chiedeva spesso a sua sorella quali fossero gli insegnamenti contenuti in questo libro. Rimase colpito dal modo in cui la Bibbia spiega la creazione. In passato, Vladimir e Galina amavano bere bevande alcoliche e fumare tabacco, studiando la Bibbia, si resero conto che dovevano cambiare. Nel 1997, la coppia ha legalizzato la loro relazione sposandosi. Più tardi, alla fine degli anni '90, Vladimir ha dedicato la sua vita a Dio e Galina ha raggiunto suo marito nel 2016, quando è stata in grado di superare completamente le cattive abitudini.

Galina è una persona socievole, ama coltivare fiori. Lavorava come casara. A Vladimir piace leggere la Bibbia e suonare la chitarra nel tempo libero. Vladimir è una persona disabile del III gruppo, e Galina ha una disabilità del II gruppo. La persecuzione per la fede aggrava la salute degli sposi, ma essi cercano di non perdersi d'animo: "Senza la Bibbia, non solo saremmo in grado di superare tutto, ma difficilmente saremmo vivi".

Casi di successo

Nell’aprile 2020, le forze di sicurezza hanno perquisito e interrogato Vladimir Skachidub e sua moglie, una persona disabile del gruppo II. Due mesi dopo, è stato avviato un procedimento penale contro un credente del villaggio di Pavlovskaya ai sensi di due parti dell’articolo 282.2 del Codice penale della Federazione Russa. Vitaly Veter, un investigatore dell’FSB russo per il territorio di Krasnodar, ha considerato un crimine il fatto che Vladimir Skachidub “abbia svolto il ruolo di predicatore” mentre parlava con altri della Bibbia. Dal dicembre 2020, il caso Skachidub è stato esaminato da Olga Marchenko, giudice del tribunale distrettuale Pavlovsky del territorio di Krasnodar. Nell’ottobre 2021 ha condannato un credente con disabilità a 4 anni e 2 mesi in una colonia penale. Sei mesi dopo, la Corte d’Appello ha confermato questa decisione. Vladimir sta scontando la sua pena nell’IK-6 nella regione di Ryazan, a 1200 km da casa.