Aggiornato: 12 luglio 2024
Nome: Solnechny Aleksey Nikolayevich
Data di nascita: 28 marzo 1976
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1), 282.3 (1)
Tempo trascorso in prigione: 1 Giorno nel centro di permanenza temporanea, 1012 Giorni nel centro di detenzione preventiva
Limitazioni attuali: centro di detenzione
Frase: pena sotto forma di 7 anni di reclusione con scontamento di una pena in una colonia a regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività organizzative in associazioni pubbliche o religiose, organizzazioni pubbliche o religiose per un periodo di 5 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno e 2 mesi
Attualmente trattenuto a: Detention Centre No. 1 in Irkutsk Region
Indirizzo per la corrispondenza: Solnechny Aleksey Nikolayevich, born 1976, Detention Centre No. 1 in Irkutsk Region, ul. Barrikad, 63, Irkutsk, Russia, 664019

Le lettere di sostegno possono essere inviate per posta ordinaria o tramite il sistema di lettere FSIN . Per pagare le lettere con una carta di una banca estera, utilizzare il servizio Prisonmail .

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

I testimoni di Geova che vivono a Irkutsk sono stati perseguitati per la loro pacifica confessione religiosa sin dai tempi dell'Operazione "Nord". Sembrava che queste vergognose pagine di storia appartenessero al passato, mentre i credenti venivano riabilitati. Tuttavia, nell'ottobre 2021 Aleksey Solnechny e altri sei testimoni di Geova sono diventati nuove vittime della persecuzione religiosa.

Aleksey è nato nel 1976 nella città di Abakan (Territorio di Krasnoyarsk). Sua madre e le sue due sorelle più piccole condividono il suo punto di vista sulla vita. Da bambino, Aleksey amava suonare la chitarra, disegnare, bruciare legna e leggere libri. Diplomato all'istituto tecnico professionale.

Aleksey ha lavorato in vari campi: falegname in una scuola, gestore di una stazione di servizio. Ora si occupa di installazione elettrica. Nel tempo libero ama leggere libri e scrivere poesie.

Aleksey meditò sulle prove dell'esistenza del Creatore. Tornato dall'esercito, si dedicò a uno studio approfondito della Bibbia. A quel tempo sua madre parlava già della Bibbia con i testimoni di Geova. Anche se all'inizio Aleksey era scettico, col tempo, dopo aver esaminato le profezie delle Sacre Scritture, decise di vivere secondo i principi biblici.

Fin dall'infanzia, Aleksey ha vissuto nella regione di Irkutsk, principalmente nei villaggi. Dopo essersi sposati nel 2011, lui e sua moglie, Alyona, si sono trasferiti nel villaggio di Ust-Ordynsky (regione autonoma della Buriazia).

Alyona ama la natura e gli animali. Agli sposi piace trascorrere del tempo insieme, soprattutto all'aria aperta: fare picnic con i parenti intorno al fuoco, cantare canzoni, comunicare. Alyona lavora con i bambini. Anche se richiede molto impegno e tempo, ama fare le faccende domestiche, in particolare cucinare e cuocere al forno. La famiglia ha un sogno comune: viaggiare in tutto il mondo.

Il procedimento penale per la sua fede ha portato con sé molti problemi: ha separato Aleksey da sua moglie e dalla sua famiglia, lo ha privato del suo lavoro e, con lei la capacità di provvedere alla sua famiglia, ha minato la reputazione di Aleksey come cittadino rispettoso della legge. Dopo le ricerche, Alyona ha difficoltà a tornare in sé. Sperimenta la tensione, l'ansia è causata da qualsiasi bussare inaspettatamente alla porta. Alyona racconta: "È emotivamente molto difficile stare lontana da suo marito. Mi manca molto, mi manca molto. Quasi ogni notte rabbrividisco al pensiero che tutto accadrà di nuovo".

I suoi dipendenti affermano che è inaccettabile avviare un procedimento penale solo sulla base dell'appartenenza religiosa.

Anche le persone vicine ad Alessio e i suoi conoscenti, che non sono testimoni di Geova, non capiscono il motivo dell'ingiusto trattamento riservato ai credenti. A loro avviso, Aleksey e l'estremismo sono concetti assolutamente incompatibili.

Casi di successo

Nell’ottobre 2021 si è svolta una serie di perquisizioni a Irkutsk e nella regione di Irkutsk, accompagnate da pogrom e brutali pestaggi di fedeli pacifici. Si è scoperto che Yaroslav Kalin, Sergey Kosteev, Nikolay Martynov, Mikhail Moysh, Aleksey Solnechny, Andrey Tolmachev e Sergey Vasilyev sono sospettati di estremismo per aver praticato la religione dei Testimoni di Geova (articolo 282.2 del Codice penale della Federazione Russa). Dopo perquisizioni e interrogatori, le forze di sicurezza hanno arrestato sette uomini, e presto sei di loro sono stati mandati in un centro di detenzione preventiva e uno è stato posto agli arresti domiciliari. Dopo 2 mesi, le forze dell’ordine hanno condotto altre due perquisizioni: nel villaggio di Askiz (Repubblica di Khakassia) nella casa di Denis Sarazhakov e nella città di Mezhdurechensk (regione di Kemerovo) con Igor Popov. Entrambi sono stati arrestati, portati a più di 1500 km da Irkutsk e posti in custodia. Nel dicembre 2022, il caso dei credenti è andato in tribunale. Nel gennaio 2024, il tribunale li ha condannati a varie pene detentive in una colonia penale, da 3 a 7 anni, soddisfacendo la richiesta del pubblico ministero.