Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Zinich Yevgeniy Nikolayevich
Data di nascita: 17 aprile 1966
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 207 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 522 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 6 anni con scontare una pena di reclusione in una colonia correzionale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività organizzative in associazioni pubbliche e organizzazioni religiose per un periodo di 2 anni, con limitazione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 11 in Khanty-Mansi Autonomous Area — Yugra
Indirizzo per la corrispondenza: Zinich, Yevgeniy Nikolayevich, born 1966, IK No. 11 in Khanty-Mansi Autonomous Area — Yugra, ul. Trudovaya, 2, Surgut, Khanty-Mansi Autonomous Area — Yugra, Russia, 628422

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

La vita dei genitori di Evgenij Zinič di Krasnojarsk non fu facile: nel 1951, la madre di Evgenij e i suoi genitori furono esiliati in Khakassia nell'ambito dell'Operazione Nord, e suo padre fu condannato a 10 anni per aver trasportato letteratura religiosa, ma 2 anni dopo, dopo la morte di Stalin, fu rilasciato. Molti anni dopo, la storia si ripete: per la loro fede in Geova Dio, il loro figlio è perseguitato.

Yevgeny è nato nell'aprile del 1966 nella città di Nazarovo (Territorio di Krasnoyarsk). Ha un fratello maggiore e una sorella minore. Mio padre lavorava come ramaio in un'autofficina, è morto nel 1986. Sua madre lavorava come sarta in una fabbrica. Da bambino, Evgenij amava giocare a scacchi, frequentava un circolo radiofonico, amava leggere, parlava spesso e a lungo con compagni di classe e insegnanti sul tema della religione. Queste conversazioni lo aiutarono a capire meglio gli insegnamenti biblici e ad assicurarsi che la religione dei suoi genitori avesse un solido fondamento biblico. Nel 1982 prese la decisione di diventare cristiano.

A causa delle sue convinzioni pacifiche, Evgenij non poté frequentare le lezioni di addestramento militare di base e per questo motivo fu costretto a lasciare gli studi in terza media. Per l'istruzione secondaria, si è diplomato in una scuola serale a Krasnoyarsk, dove si è trasferito nel 1984. Poi Yevgeniy ha seguito corsi sulla riparazione di attrezzature commerciali, ha lavorato come riparatore di registratori di cassa e ha anche ricevuto la professione di installatore per l'installazione, la riparazione e la manutenzione della ventilazione industriale. Dal 1989 ha lavorato come idraulico, riparatore di elettrodomestici e poi direttore tecnico in un'azienda commerciale. Nel 1998 ha aperto la propria attività. Nel suo tempo libero, Yevgeniy cammina e nuota, legge molto, compresi libri di storia, economia, psicologia e medicina.

Nel 1986, Evgenij incontrò Maria della città di Zima (regione di Irkutsk). Anche la sua famiglia soffrì per la repressione stalinista e fu esiliata in Siberia per la loro fede. Dopo 2 anni, Evgenij e Maria si sposarono e si trasferirono a Krasnoyarsk, dove nacque la loro figlia. Purtroppo, Maria, una persona disabile del gruppo II, è morta per una grave malattia durante il procedimento penale.

Evgenij e i suoi parenti non potevano immaginare che dopo tanti anni avrebbero dovuto ricordare gli eventi del 1951 e passare attraverso ciò che i suoi genitori hanno affrontato in quel momento. Il procedimento penale per la sua fede ha gravemente compromesso la salute di Evgenij: ha dovuto cercare assistenza medica a causa dell'ipertensione. I parenti e gli amici di Evgenij sono preoccupati per lui e stanno sperimentando profondamente l'ingiusta oppressione di un credente.

Casi di successo

Nel dicembre 2020 è stato perquisito l’appartamento del pacifico uomo d’affari Yevgeniy Zinich e di sua moglie, una persona disabile del gruppo II. Le forze di sicurezza hanno sequestrato dispositivi elettronici, documenti personali e una Bibbia in ucraino. Nel gennaio 2021, un investigatore del Comitato investigativo ha aperto un procedimento penale contro Yevgeny, accusandolo di aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista. La base per questo era la testimonianza di un testimone segreto e le registrazioni delle conversazioni telefoniche e personali del credente. Nel novembre 2021, il caso è passato al tribunale distrettuale. Durante il procedimento penale, la moglie del credente morì a causa di una grave malattia. Nel giugno 2022, il tribunale ha dichiarato Yevgeniy colpevole e lo ha condannato a 6 anni di carcere, come richiesto dal pubblico ministero. L’appello ha accolto tale decisione.