Il caso di Aliyev e altri nella causa Birobidzhan

Casi di successo

Nel maggio 2018, la città di Birobidzhan ha ospitato un'operazione speciale dell'FSB con la partecipazione di 150 funzionari della sicurezza, nome in codice "Giorno del giudizio". Più di 20 famiglie di testimoni di Geova sono state perseguite penalmente, tra cui Alam Aliyev, Valerij Kriger, Sergej Sulyarenko e Dmitrij Zagulin. I fedeli sono stati accusati di aver tenuto servizi di culto congiunti, che l'inchiesta ha considerato essere l'organizzazione delle attività dell'organizzazione estremista e il suo finanziamento. Hanno trascorso più di 5 mesi nel centro di detenzione preventiva. Nel novembre 2020, il caso è andato in tribunale. Le udienze sono durate più di 2 anni e nel dicembre 2022 il tribunale ha condannato Dmitriy Zagulin a 3 anni e 6 mesi, Alam Aliyev a 6 anni e 6 mesi e Sergey Shulyarenko e Valeriy Kriger a 7 anni di carcere. L'appello ha confermato le pene di Zagulin e Aliyev e ha ridotto di 3 mesi quelle di Shulyarenko e Krieger. La corte di cassazione ha confermato il verdetto nel marzo 2024. Anche le mogli dei tre condannati sono state processate: Svetlana Monis, Tatyana Zagulina e Natalya Kriger. Nel settembre 2023, il matrimonio di Sergey Shulyarenko si è svolto nella colonia.

  • #
    14 maggio 2018

    Il Dipartimento Investigativo del Servizio di Sicurezza Federale della Russia per la Regione Autonoma Ebraica sta avviando un procedimento penale per fede ai sensi degli articoli 282.2 (1), 282.2 (2), 282.3 (1) contro Alam Aliyev, Valery Krieger, Sergey Shulyarenko, Dmitry Zagulin e Konstantin Guzev. Secondo l'indagine, insieme ad altri, hanno tenuto servizi di culto, che viene interpretato come "organizzazione delle attività di un'organizzazione estremista" (con riferimento alla decisione della Corte Suprema della Federazione Russa di liquidare tutte le 396 organizzazioni registrate dei Testimoni di Geova).

  • #
    17 maggio 2018 Ricerca

    Un'operazione su larga scala dal nome in codice "Giorno del giudizio" è in corso a Birobidzhan con la partecipazione di 150 funzionari della sicurezza. Durante le perquisizioni, tutti i dispositivi elettronici, le carte bancarie, il denaro e le fotografie vengono sequestrati dalle case dei cittadini, anche quelli rotti. Alam Aliyev è in stato di fermo. È accusato ai sensi dell'articolo 282.2 (parte 1) del codice penale della Federazione Russa di "aver organizzato le attività di un'organizzazione estremista".

  • #
    25 maggio 2018

    Il tribunale della Regione autonoma ebraica, presieduto dal giudice Angela Sizova, ha emesso una decisione "per rilasciare immediatamente Alam Aliyev dalla custodia cautelare in aula". La misura restrittiva è sostituita da un impegno scritto a non partire.

  • #
    8 novembre 2018

    V.V. Bryantsev, vice capo della direzione investigativa della direzione dell'FSB per la regione autonoma ebraica, avvia un procedimento penale ai sensi della parte 1 dell'articolo 282.2, della parte 1 dell'articolo 282.3 contro Valery Krieger. È indagato nell'ambito del caso Alam Aliyev.

  • #
    6 marzo 2019

    Il Dipartimento Investigativo della Direzione dell'FSB per la Regione Autonoma Ebraica sta avviando un procedimento penale ai sensi della Parte 1 dell'articolo 282.3 del Codice Penale contro D.N. Zagulin. Lo stesso giorno è stato avviato un procedimento penale ai sensi della parte 1 dell'articolo 282.3 del codice penale della Federazione Russa nei confronti di Sergey Shulyarenko. È indagato nell'ambito del caso Aliyev.

  • #
    19 marzo 2019

    Decisione di portare Sergey Shulyarenko come imputato.

  • #
    21 marzo 2019

    Risoluzione sull'elezione di Sergei Shulyarenko come misura preventiva sotto forma di impegno scritto a non lasciare l'Aula.

  • #
    25 marzo 2019

    Decisione di perseguire D. Zagulin come imputato ai sensi della parte 1 dell'articolo 282.3 del codice penale della Federazione russa.

  • #
    1 aprile 2019

    Sequestro dei fondi di Zagulin D.

  • #
    2 aprile 2019

    Decisione sull'elezione di Zagulin D. una misura restrittiva sotto forma di un impegno scritto a non lasciare il posto.

  • #
    29 luglio 2019

    Il Dipartimento Investigativo dell'FSB della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia il secondo procedimento penale a Birobidzhan per fede ai sensi dell'articolo 282.2 (2) - contro Yevgeny Yegorov. Secondo i rapporti, il caso è stato separato dal fascicolo del caso contro Alam Aliyev.

    Lo stesso giorno è stato avviato il 3° procedimento penale ai sensi della Parte 2 dell'articolo 282.2 del Codice penale della Federazione Russa contro Konstantin Guzev. L'indagine è condotta nell'ambito del caso Alam Aliyev.

  • #
    30 luglio 2019

    Il Servizio di Sicurezza Federale della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia il 4° procedimento penale a Birobidzhan per fede ai sensi dell'articolo 282.2 (2) - contro Igor Tsarev.

    Lo stesso giorno, il Dipartimento Investigativo dell'FSB della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia il 5° procedimento penale a Birobidzhan per fede ai sensi dell'articolo 282.2 (2) - contro Yevgeny Golik. Secondo i dati disponibili, entrambi i casi sono separati dal fascicolo del caso contro Alam Aliyev.

  • #
    31 luglio 2019

    Il Servizio di Sicurezza Federale della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia il 6° procedimento penale a Birobidzhan per fede ai sensi dell'articolo 282.2 (2) - contro Arthur Lokhvitsky. Secondo i rapporti, il caso è stato separato dal fascicolo del caso contro Alam Aliyev.

  • #
    25 settembre 2019

    Il Dipartimento Investigativo dell'FSB della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia il 7° procedimento penale a Birobidzhan per fede ai sensi dell'articolo 282.2 (2) - contro Larisa Artamonova. Secondo i rapporti, il caso è stato separato dal fascicolo del caso contro Alam Aliyev.

  • #
    26 settembre 2019

    Il Dipartimento Investigativo dell'FSB della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia l'ottavo procedimento penale a Birobidzhan per fede ai sensi dell'articolo 282.2 (2) contro Svetlana Monis. Secondo i rapporti, il caso è stato separato dal fascicolo del caso contro Alam Aliyev.

  • #
    29 settembre 2019

    Il Dipartimento Investigativo dell'FSB della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia il 9° procedimento penale a Birobidzhan per fede ai sensi dell'articolo 282.2 (2) - contro Yelena Reyno-Chernyshova. Secondo i rapporti, il caso è stato separato dal fascicolo del caso contro Alam Aliyev.

  • #
    10 ottobre 2019

    Il Dipartimento Investigativo dell'FSB della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia il 10° procedimento penale a Birobidzhan per fede ai sensi dell'articolo 282.2 (2) - contro Yulia Kaganovich. Secondo i rapporti, il caso è stato separato dal fascicolo del caso contro Alam Aliyev.

  • #
    20 novembre 2019

    Il Dipartimento Investigativo dell'FSB della Russia per la Regione Autonoma Ebraica avvia l'undicesimo procedimento penale per fede a Birobidzhan ai sensi dell'articolo 282.2 (2) - contro Anastasia Sycheva. Secondo i rapporti, il caso è stato separato dal fascicolo del caso contro Alam Aliyev.

  • #
    6 febbraio 2020

    Durante la giornata, D. Yankin, un investigatore-criminalista senior del dipartimento investigativo dell'FSB della Russia per la Regione Autonoma Ebraica, avvia sei procedimenti penali contemporaneamente contro Natalia Kriger (nata nel 1979), Irina Lokhvitskaya (nata nel 1962), Anna Lokhvitskaya (nata nel 1993), Tatyana Scholner (nata nel 1993), Tatyana Zagulina (nata nel 1984) e Anastasia Guzeva (nata nel 1978) ai sensi dello stesso articolo - parte 2 dell'articolo 282.2 del Codice penale del Federazione russa. Tre di loro hanno già dei mariti coinvolti in un articolo simile.

  • #
    12 febbraio 2020

    L'investigatore dell'FSB D. Yankin apre un procedimento penale contro il 44enne Andrey Gubin (parte 2 dell'articolo 282.2 del Codice penale della Federazione Russa) e il suo collega I. Fedorov contro il 55enne Oleg Postnikov (parte 2 dell'articolo 282.2 del Codice penale della Federazione Russa). Ora il numero di procedimenti penali a Birobidzhan raggiunge quota 19.

  • #
    6 aprile 2020

    D. S. Yankin, investigatore dell'FSB, comunica la sospensione delle indagini preliminari (a causa delle misure di quarantena).

  • #
    17 giugno 2020

    La conoscenza dell'imputato con il materiale del caso è stata ripresa.

  • #
    16 novembre 2020

    Il procedimento penale contro Alam Aliyev, Dmitry Zagulin, Valery Kriger e Sergey Shulyarenko è stato presentato al tribunale distrettuale di Birobidzhan della regione autonoma ebraica. Tutti e quattro sono scelti come misura di moderazione sotto forma di un impegno scritto a non andarsene e di un comportamento corretto.

  • #
    30 novembre 2020 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il giudice del tribunale distrettuale di Birobidzhan della regione autonoma ebraica, Yana Olegovna Vladimirova, nomina una sessione a porte chiuse senza tenere udienze preliminari nel caso di Alam Aliyev, Dmitry Zagulin, Sergey Shulyarenko e Valery Kriger il 14 dicembre 2020 alle 10:30. La misura di moderazione per i credenti è stata lasciata invariata.

    Yana Vladimirova è stata nominata giudice nel settembre 2020.

  • #
    14 dicembre 2020 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'udienza prevista per questo giorno è rinviata a causa del fatto che l'imputato Aliyev si è ammalato, presumibilmente, di covid. Il tribunale invia la richiesta all'ospedale.

  • #
    25 dicembre 2020 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il giudice del Tribunale distrettuale di Birobidzhan della Regione autonoma ebraica, Yana Vladimirova, nonostante le obiezioni del pubblico ministero, sospende il procedimento penale contro Alam Aliyev, Dmitry Zagulin, Sergey Shulyarenko e Valery Kriger in relazione al deterioramento della salute di Alam Aliyev.

    Per quanto riguarda tutti gli imputati, rimane la misura di moderazione sotto forma di un impegno scritto a non andarsene e di un comportamento corretto.

  • #
    9 marzo 2021

    Il tribunale inizia a familiarizzare con i materiali del procedimento penale. Vengono studiati i volumi 1 e 2, ognuno dei quali contiene più di 200 pagine.

    Il giudice accoglie la richiesta di Alam Aliyev di fare pause ogni 45 minuti a causa delle cattive condizioni di salute.

  • #
    9 aprile 2021

    L'udienza si svolge a porte chiuse, anche se i mandati di comparizione inviati agli imputati indicano il contrario. Il giudice Yana Vladimirova non soddisfa la richiesta di tenere un'udienza pubblica.

  • #
    16 aprile 2021

    Il giudice respinge l'istanza di ricusazione, il processo prosegue nella stessa composizione.

    I partecipanti al processo procedono all'ascolto delle registrazioni delle conversazioni telefoniche ottenute a seguito di attività di ricerca operativa.

  • #
    7 giugno 2021

    Il tribunale continua ad ascoltare le registrazioni delle conversazioni telefoniche. Alam Aliyev richiama l'attenzione sul fatto che questi negoziati sono stati fatti prima della decisione della Corte Suprema del 20 aprile 2017 e non possono essere utilizzati come prova della sua colpevolezza.

  • #
    29 giugno 2021

    Si sta guardando un video, in cui si vedono persone entrare nel cortile dell'edificio di culto. Alam Aliyev osserva che non commettono nulla di illegale in queste registrazioni.

  • #
    19 luglio 2021

    Il tribunale conclude la sua conoscenza con il 18° volume del procedimento penale. In totale, la corte ha esaminato circa 4.000 pagine.

  • #
    26 luglio 2021

    L'incontro è stato rinviato a causa della malattia di Sergei Shulyarenko. La prossima udienza è fissata per il 20 settembre.

  • #
    23 novembre 2021

    Dmitry Zagulin, come di consueto, avrebbe dovuto iniziare il turno di notte presso la stazione ferroviaria Birobidzhan I (II) delle ferrovie russe. Lo stesso giorno scopre di essere stato licenziato. Il motivo del suo licenziamento è stato l'inserimento di informazioni su di lui come estremista nel database di Rosfinmonitoring, anche se il verdetto contro di lui non è ancora stato emesso. Dmitry intende presentare ricorso in tribunale contro la decisione sul licenziamento.

    Sebbene Dmitry abbia un'istruzione ferroviaria, è costretto a registrarsi presso il centro per l'impiego per non rimanere senza mezzi di sostentamento.

  • #
    2 febbraio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'imputato Alam Aliyev ha presentato una mozione per rinviare il processo a causa del rischio di infezione da covid. Spiega di avere malattie croniche che potrebbero essere esacerbate dal virus e che si sottoporrà anche a un intervento chirurgico. Tuttavia, il pubblico ministero obietta, sottolineando che il credente non ha 60 anni, ma 59 anni, e ricorda che in aula si stanno svolgendo eventi anti-Covid.

    Il tribunale soddisfa l'obiezione del pubblico ministero e respinge l'istanza, consigliando al credente di indossare i guanti oltre alla mascherina. I documenti sulla nomina di un'operazione pianificata ad Alam Aliyev sono allegati al fascicolo del caso.

  • #
    10 febbraio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Vengono letti i materiali del caso dai volumi da 42 a 44. Alam Aliyev sostiene che l'indagine fuorvia la corte sostituendo il concetto di "credenti" con "membri di un'organizzazione religiosa locale".

  • #
    16 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Alam Aliyev sta chiedendo il permesso di recarsi a Khabarovsk per un'operazione pianificata. Vengono letti i materiali del 66° volume del caso.

  • #
    21 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale sta esaminando una petizione presentata all'ultima riunione per il ricovero di Aliyev a Khabarovsk. Il pubblico ministero si oppone, sostenendo che l'operazione è pianificata, non di emergenza. Il tribunale percepisce questa circostanza come un tentativo di ritardare il processo e lascia la petizione insoddisfatta.

  • #
    27 aprile 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Nel corso di quattro sessioni, il tribunale esamina vari file di CD e DVD contenenti materiali di attività di ricerca operativa (ORM) e file sequestrati durante la perquisizione di Sergei Shulyarenko.

  • #
    4 maggio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il pubblico ministero continua a presentare prove.

  • #
    5–26 maggio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Vengono visionati i dischi dell'ORM e la corrispondenza di Alam Aliyev con i compagni di fede. Il procuratore dice che sta completando l'esame delle prove.

  • #
    6 giugno 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Dmitry Zagulin, Sergey Shulyarenko e Alam Aliyev forniscono alla corte le referenze dei luoghi di lavoro, nonché i certificati medici sullo stato di salute.
    Valery Krieger chiede che vengano esaminate le prove del caso, in particolare le opinioni del Gruppo di lavoro sulla detenzione arbitraria riguardanti i testimoni di Geova in Russia.

  • #
    8 giugno 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    I testimoni sono stati interrogati dalla difesa. Uno di loro afferma:

    che ha lavorato con Aliyev nella stessa impresa per 8 anni, lo caratterizza positivamente e dice di non aver sentito dichiarazioni estremiste da lui.

    Padre Sergei Shulyarenko è sotto interrogatorio. Gli dà una caratterizzazione positiva e conferma che suo figlio non ha mai invocato azioni illegali.

  • #
    14 giugno 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Un parente e conoscente di Valery Krieger viene interrogato. Lo caratterizzano positivamente.

    Sergei Shulyarenko legge una mozione per un'audizione pubblica. Il pubblico ministero si è opposto, riferendosi a mozioni simili che erano state precedentemente respinte. Il giudice Yana Vladimirova concorda con l'opinione del pubblico ministero.

    Il tribunale non soddisfa la richiesta di Aliyev di includere nel fascicolo la decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo, in cui è stata dichiarata illegale la liquidazione delle entità giuridiche dei Testimoni di Geova in Russia.

  • #
    16 giugno—12 luglio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Nel corso di quattro sessioni, la corte viene a conoscenza dei file video sequestrati agli imputati.

    La corte sta esaminando il dossier di Sergey Shulyarenko intitolato "I principi biblici possono aiutare a risolvere i problemi di oggi?" Shulyarenko prevede anche la visione del video "I veri cristiani si riconoscono dall'amore".

    Quindi il tribunale procede a visionare le registrazioni video fornite da Dmitry Zagulin. Dà brevi spiegazioni su di essi: i video contengono insegnamenti religiosi senza segni di estremismo e non sono una riunione dell'LRO e del Centro Amministrativo dei Testimoni di Geova.

    Valery Kriger mette a disposizione del tribunale i video intitolati "Che cos'è: l'amore o l'innamoramento?" e "Come comunicare con i genitori?". Oltre agli articoli "Gesù morì sulla croce?" e "Qual è il nome di Dio?", oltre ad altri materiali simili. L'imputato spiega che si riferiscono a insegnamenti religiosi e non contengono dichiarazioni estremiste.

  • #
    19 luglio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Sergey Shulyarenko richiama l'attenzione della corte sul fatto che la maggior parte della letteratura sequestrata appartiene ai proprietari dell'appartamento in affitto. Inoltre, queste pubblicazioni non sono nell'elenco dei materiali estremisti.

    Il tribunale respinge la petizione di Alam Aliyev per essere inclusa nel fascicolo del caso "La risposta del ministero degli Esteri russo alla lettera di Yakku" in quanto irrilevante per questo caso.

    Alam Aliyev non può procedere all'esame delle prove materiali sequestrate durante la perquisizione, in quanto non reperibili.

  • #
    26 luglio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Sergey Shulyarenko chiede alla corte di includere le assoluzioni dei testimoni di Geova in Russia. Il pubblico ministero si oppone e il giudice non accoglie l'istanza presentata.

    Il giudice respinge anche la mozione di Valery Krieger di esaminare e ammettere le prove scritte della difesa.

    Sono state trovate prove materiali sequestrate ad Alam Aliyev. Alla prossima udienza, il tribunale prevede di esaminarli.

  • #
    9 novembre 2022 Il pubblico ministero ha chiesto la punizione

    Il pubblico ministero chiede dai 4 ai 9 anni di carcere per i credenti e chiede di prenderli in custodia in aula.

    Alim Aliyev – 6 anni e 5 mesi di carcere con divieto di ricoprire posizioni di leadership per 4 anni e 6 mesi, 1 anno di restrizione della libertà.

    Valery Krieger è stato condannato a 9 anni di carcere con il divieto di ricoprire posizioni di leadership per 4 anni e 6 mesi e 1 anno di restrizione della libertà.

    Sergey Shulyarenko è stato condannato a 9 anni di carcere con il divieto di ricoprire posizioni di leadership per 4 anni e 6 mesi e 1 anno di restrizione della libertà.

    Dmitry Zagulin è stato condannato a 4 anni di carcere.

  • #
    14 novembre 2022 Argomenti conclusivi per la difesa

    "Se credessimo in Dio 'in silenzio', non andremmo da nessuna parte... la causa contro di noi non sarebbe stata intentata", ha detto Valery Kriger durante il dibattito. "In altre parole, se smettessimo di credere in Dio, smettessimo di essere cristiani, allora non saremmo perseguitati".

    Il credente fa una panoramica delle norme giuridiche secondo le quali le sue attività religiose erano all'interno della legge. In particolare, confuta in dettaglio l'accusa di finanziamento dell'estremismo. Valery spiega: "La raccolta di donazioni è anche un aspetto importante della libertà di religione, garantita dall'articolo 28 della Costituzione della Federazione Russa, dall'articolo 18 del Patto internazionale sui diritti civili e politici, dall'articolo 9 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, poiché senza risorse finanziarie, le associazioni religiose potrebbero non essere in grado di fornire servizi religiosi o garantire la loro sopravvivenza".

    Il credente sottolinea che, secondo i materiali del caso, la raccolta di denaro è stata effettuata da un gruppo religioso e non da un'entità giuridica; Sono stati raccolti fondi per le necessità domestiche, come pagare la benzina, comprare cibo. Allo stesso tempo, non sono stati trasferiti a favore di persone giuridiche liquidate.

    "Le mie azioni sono coerenti con la confessione della fede cristiana, sono di natura esclusivamente pacifica e non indicano la presenza di odio o inimicizia", dichiara l'imputato.

  • #
    24 novembre 2022 Argomenti conclusivi per la difesa

    Alam Aliyev e Dmitry Zagulin intervengono nel dibattito. Concentrano l'attenzione della corte sulla mancanza di prove della loro colpevolezza.

    Aliyev dice: "Io e gli altri imputati in questo procedimento penale non abbiamo commesso azioni estremiste, per le quali le persone giuridiche sono state liquidate. Nessuno di noi è stato nemmeno accusato di 'distribuzione di massa di materiale consapevolmente estremista'".

    Alam Aliyev presta particolare attenzione alla decisione della Corte di giustizia europea del 07.06.2022, che ha assolto i Testimoni di Geova e ha ordinato alla Federazione Russa di interrompere i procedimenti penali nei confronti dei credenti e di pagare loro un risarcimento, tra cui Alam Aliyev. L'imputato prosegue: "Tenendo conto del fatto che ero un ricorrente davanti alla Corte europea in questo caso, la sua decisione deve certamente essere presa in considerazione quando mi ha condannato". Aliyev osserva anche che il principale testimone dell'accusa, l'ufficiale di polizia Yulia Zvereva, ha ammesso di non aver chiesto né il rovesciamento del governo né azioni estremiste, quindi il testimone ha involontariamente negato l'accusa.

    Dmitry Zagulin dice: "Il testo dell'accusa non è specifico. Non ci sono circostanze fattuali, ma solo nude costruzioni giuridiche: 'attività illecita', 'evento religioso illegale', 'riunione religiosa illegale', 'spesa e trasferimento di fondi'". In merito all'accusa di finanziamenti, il credente afferma: "Le donazioni sono sempre state parte integrante dell'esercizio del diritto alla libertà di coscienza e alla libertà di religione. Non ci sono prove che confermino che una specifica somma di denaro sia stata utilizzata o pianificata per essere utilizzata per commettere attività estremiste".

  • #
    28 novembre 2022 Dichiarazione finale

    Alam Aliyev e Dmitry Zagulin pronunciano le loro osservazioni conclusive.

    "Non mi vergogno di soffrire per le mie convinzioni cristiane. Anche se la parola 'estremista' viene ripetutamente rivolta a me, anche se il mio nome viene aggiunto alla vergognosa lista di estremisti e terroristi, non diventerà mai vero", ha detto Alam Aliyev.

    "[I testimoni di Geova], vivendo secondo i comandamenti di Dio, cercano di cambiare in meglio incoraggiando altri a fare altrettanto. Accusarli di estremismo è assurdo!" – Dmitry Zagulin.

  • #
    16 dicembre 2022 Dichiarazione finale

    Valery Kriger e Sergey Shulyarenko fanno la loro dichiarazione finale. Spiegano che l'estremismo, in tutte le sue manifestazioni, è loro estraneo.

  • #
    19 dicembre 2022 Sentenza di primo grado

    Il giudice Yana Vladimirova emette un verdetto di colpevolezza. I credenti vengono presi in custodia nell'aula del tribunale e collocati nel centro di detenzione preventiva n. 1 a Birobidzhan in via Karl Marx 4. Possono scrivere lettere.

    Dmitrij Zagulin è stato condannato a 3 anni e 6 mesi in una colonia a regime generale.

    Il giudice condanna Alam Aliyev a 6 anni e 6 mesi in una colonia a regime generale con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione a organizzazioni pubbliche per un periodo di 3 anni e 6 mesi, con restrizione della libertà per 1 anno.

    Valery Kriger è stato condannato a 7 anni in una colonia a regime generale con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione a organizzazioni pubbliche per un periodo di 4 anni, con restrizione della libertà per 1 anno.

    Il tribunale condanna anche Sergey Shulyarenko a 7 anni in una colonia a regime generale con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione a organizzazioni pubbliche per un periodo di 4 anni, con restrizione della libertà per 1 anno.

  • #
    21–22 febbraio 2023 Centro di detenzione

    Il giudice concede ai parenti stretti di Aliyev, Zagulin, Kriger e Shulyarenko il permesso per visite a breve termine. Attualmente, tutti i credenti stanno ricevendo le cure prescritte. Ricevono anche regolari lettere di sostegno. Tutti sono tenuti in isolamento.

  • #
    16 marzo 2023 Centro di detenzione

    Alam Aliyev, Dmitry Zagulin, Sergey Shulyarenko e Valery Kriger si sentono bene e continuano a ricevere regolarmente le medicine necessarie. I credenti sono tenuti in isolamento.

  • #
    1 giugno 2023 Trasferimento di un prigioniero L'ergastolo

    Alam Aliyev, Valery Krieger, Sergey Shulyarenko e Dmitry Zagulin vengono portati nella colonia correzionale n. 8 di Blagoveshchensk per scontare la loro pena.

  • #
    27 settembre 2023 L'ergastolo
  • #
    11 ottobre 2023 L'ergastolo Rischio per la salute

    Alam Aliyev è in una condizione di pre-infarto, ma nonostante questo, viene messo in una cella di punizione per la seconda volta. Prima era stato mandato lì per una settimana, ora per due. Il personale della colonia prese copie personali delle Bibbie da Alam, Valery, Sergey e Dmitrij.

  • #
    20 ottobre 2023 L'ergastolo Cure mediche all'interno del Servizio penitenziario federale Anziano

    Alam Aliyev viene trasferito in un ospedale al SIZO-1 di Blagoveshchensk. Prima di allora, il credente, che soffre di una serie di gravi malattie, ha trascorso 10 giorni in una cella di punizione.

  • #
    25 dicembre 2023 Trasferimento di un prigioniero L'ergastolo

    Alam Aliyev è stato trasferito dal centro di detenzione preventiva di Blagoveshchensk alla colonia correzionale n. 8, dove il resto degli imputati in questo procedimento penale sta scontando le loro condanne per la loro fede.

  • #
    22 marzo 2024 L'ergastolo Lettere Rischio per la salute

    Alam Aliyev e Valery Kriger descrivono l'atteggiamento dell'amministrazione e dei detenuti come buono. Aliyev è preoccupato per le malattie cardiovascolari e i farmaci prescritti non aiutano.

    I credenti si sostengono a vicenda, giocano a scacchi, leggono la Bibbia e altri libri, il che li aiuta a guardare le loro circostanze con più calma. Un grande supporto per Valery sono gli incontri con sua moglie.

    Da un mese a questa parte, gli uomini non ricevono e-mail, ma quelle inviate per posta ordinaria a volte arrivano.

  • #
    27 marzo 2024 Corte di Cassazione Art. 282.2 (1) Art. 282.3 (1) Rischio per la salute Procedimenti giudiziari nei confronti di diversi membri della famiglia Privazione della libertà
  • #
    11 aprile 2024 L'ergastolo Cellula di punizione

    Alam Aliyev viene messo in una cella di punizione per la terza volta, ora per 14 giorni. Una lunga visita con la moglie prevista per aprile viene annullata.

  • #
    13 maggio 2024 Rischio per la salute Cellula di punizione
  • #
    21 giugno 2024 L'ergastolo Cellula di punizione

    Ci sono rapporti secondo cui, per ragioni sconosciute, Alam Aliyev è stato nuovamente mandato nella cella di punizione per 14 giorni.