Aggiornato: 19 luglio 2024
Nome: Osadchuk Valentin Pavlovich
Data di nascita: 15 marzo 1976
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 1 Giorno nel centro di permanenza temporanea, 273 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 77 Giorni Agli arresti domiciliari
Limitazioni attuali: Sospensione condizionale della pena
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla gestione e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni religiose pubbliche, per un periodo di 4 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno, la pena principale sotto forma di reclusione è considerata condizionale con un periodo di prova di 5 anni

Biografia

Nel 2018, Valentin Osadchuk è stato coinvolto in un procedimento penale per estremismo solo a causa della sua fede. Più tardi, 6 anziani residenti a Vladivostok sono stati accusati. Cinque di loro hanno dovuto difendere il loro buon nome in tribunale insieme a Valentin. Nel giugno 2022, il tribunale li ha condannati.

Valentin è nato nel marzo del 1976 nel villaggio di Torgovitsa (regione di Kirovograd, Ucraina). Si prende cura dell'anziana madre che vive in Ucraina e la sostiene finanziariamente.

Valentin ha lavorato come responsabile delle vendite, si è affermato come un dipendente onesto, proattivo e laborioso. In seguito è diventato un imprenditore individuale.

Nel suo tempo libero, Valentin ama leggere letteratura professionale allo scopo di migliorarsi. Il suo tipo preferito di svago è la natura.

Valentin ha intrapreso il cammino cristiano nel 1998. Durante il procedimento penale, ha messo su famiglia: ha sposato Nadezhda, anche lei cristiana dal 2010.

La sorella di Valentin e suo marito, pur non condividendo le sue convinzioni religiose, sono stati i primi a venire in aiuto del credente nel suo arresto e hanno assunto un avvocato. Parenti e amici non capiscono perché quest'uomo amante della pace sia stato condannato a una pena detentiva sospesa solo a causa delle sue condanne.

Casi di successo

Nell’aprile 2018 il Servizio di sicurezza federale russo per il territorio di Primorye ha aperto un procedimento penale contro i testimoni di Geova di Vladivostok. I credenti sono stati perquisiti. Valentyn Osadchuk ha trascorso 9 mesi in custodia cautelare e 77 giorni agli arresti domiciliari. Nell’aprile 2019 è stato accusato di aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista e 6 donne anziane – Lyubov Galaktionova, Nailya Kogai, Nina Purga, Nadezhda Anoykina, Raisa Usanova e Yelena Zayshchuk – sono state accusate di avervi partecipato. Ben presto il caso fu ricevuto dal tribunale distrettuale di Leninskij, ma un mese dopo il giudice lo restituì al pubblico ministero. Tale decisione è stata confermata due volte dalla corte d’appello. Da gennaio 2021, il caso è stato riesaminato nello stesso tribunale da Maksim Anufriev. Per quanto riguarda Zayshchuk, il caso è stato sospeso a causa della sua età avanzata e del suo stato di salute. Nel maggio 2022, il pubblico ministero ha chiesto una condanna a 6,5 anni di carcere per Valentin Osadchuk e una pena sospesa di 5 anni per le donne. A giugno, il tribunale ha condannato i credenti a pene sospese che vanno da 2 a 6 anni. Nel settembre 2022, l’appello ha confermato il verdetto.